Ti trovi qui:Portale/Visualizza articoli per tag: viaggi

Brasile

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/brasile/brasile-1.jpg

SAÕ PAULO -
 La metropoli è sveglia e presto il traffico diventerà caotico. Fondata dai Gesuiti, si è sviluppata velocemente da meritare l'appellativo di locomotiva brasiliana. Mentre gli altri grandi agglomerati urbani - Rio de Janeiro in particolare - dedicano energie e tempo al divertimento e alla ricreazione, la Capitale è impegnata a bruciare le tappe di un rapido sviluppo, a creare moderni quartieri, industrie e mega-strutture commerciali. 
Ho avuto modo di trovarmi qui anni or sono durante la Prima Conferenza dell’Emigrazione italiana in America Latina allorché, per una settimana, i rappresentanti delle forze politiche regionali e sindacali s'incontrarono (e scontrarono) con i delegati dei lavoratori residenti in America del Sud non più disposti a dare credito alle... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Quel Villaggio Sulla Collina

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/villaggio/villaggio-1.jpg

VENEZUELA - Puerto La Cruz. 
“Sono nato in un villaggio che si trova su una delle tante colline della mia terra: le case raccolte attorno a una radura e gli abitanti sempre pronti a darti una mano, a fare quadrato contro le carestie e le insidie dei lunghi inverni. Un borgo tranquillo, non lontano dai boschi della mitica Crotone. Un villaggio ove molte donne vestono sempre di nero in attesa del ritorno dei loro uomini che lavorano in Europa.” 
A confidarsi è Guglielmo Caridi. Mi trovo, infatti, in casa sua dopo il nostro casuale incontro di ieri. 
“Ricordo quando il vento soffiava sulla nostra casa. Come capita ai ragazzi, mi prendeva una paura nera e, per esorcizzarla, prima che mia madre accendesse il lume a petrolio (se mancava il petrolio, le bianche steariche di cera) mi rifugiavo al calduccio del camino che ardeva anche durante il giorno. Ai miei piedi ronfavano i due gatti di casa. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Dal Pollino alle Ande

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/pollino-ande/pollino-1.jpg

LIMA. Ad informarmi sulle ultime novità, oltre ai giornali ed alla televisione, concorre Giuseppe Mollo, genitori originari di Alessandria del Carretto, stupendo Comune posto a ridosso del versante ionico del Monte Pollino. Devo la sua conoscenza all'amabilità di Luis Alberto Luciano, dirigente in Buenos Aires d’una società per l’esportazione di manufatti di metallo, adoperatosi, su sollecitazione dell’amico Mario Losardo, per la mia decorosa sistemazione in un hotel in Miraflores a Lima. Gestore di un negozio di profumi in Surquillo, Mollo si rende disponibile con tanta voglia di avviarmi alla conoscenza della metropoli, anche perché il mio impatto con la Capitale non è stato per nulla felice per il furto di cui sono stato vittima. 
Approfitto per visitare i quartieri di San BoraPueblo LibreCallaoRimaBarranco; superare il perimetro della... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Nel Profondo Noro-Est Argentino

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/argentino/argentino-2.jpg

SAN MIGUEL DE TUCUMAN - Gli antichi amici dell'uomo sono la canna da zucchero e i suoi derivati. In India e in Cina, lo zucchero fu sfruttato ancor prima dell'avvento del Cattolicesimo e furono gli arabi a diffondere la preziosa canna nei Paesi del Mediterraneo. 
L'occasione che si presentava, fu subito colta dalla Spagna che, in breve, impiantò industrie saccarifere nelle sue colonie. In particolare a Madera nelle Azzorre, nelle Canarie, Capo Verde e Isole del Golfo di Guinea. Avvantaggiata dalla mano d'opera locale a basso costo. Ciò facilitò l’espandersi delle piantagioni con gran danno per le nazioni interessate alla produzione e al commercio del prodotto (non più remunerativo) che finì per esaurirsi. In Europa in particolare. 
Cristoforo Colombo - Cristobal Colón per i castigliani - introdusse nel Nuovo Mondo la coltura della canna da zucchero che prese piede in Argentina e precisamente nei distretti di Cordoba, Santiago del Estero, Salta e Jujuy. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Venezuela

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/venezuela/venezuela-1.jpg
Simon Bolivar 

CARACAS - Giuro alle Vostre Maestà che ci troviamo nel paese più ricco e bello del mondo e che dobbiamo renderne grazie. 
Questo l’annunzio epistolare di Cristoforo Colombo ai sovrani di Spagna, Isabella e Ferdinando. 
Nelle lussureggianti contrade del Venezuela che si mostrarono al navigatore genovese, all'abbondanza di bestiame ed alla fertilità della terra, si è aggiunta nel tempo la scoperta dei tanti tesori del sottosuolo. In particolare argento, oro, platino, diamanti e petrolio. 
La scoperta del petrolio fu casuale: nell'abitato di San Cristobal, regione delle Ande occidentali, viveva il medico Carlos Gonzales Bozza che, viaggiando per lavoro a dorso di mulo, notò macchie oleose galleggiare... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Tenda dos Irmáo do Oriente

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/tenda-oriente/1.jpg

RIO DE JANEIRO - La primavera è arrivata in sordina. Leme Copacabana Ipanema e le altre spiagge di Rio sono già affollate di turisti e bagnanti. 
L’oceano si mostra imbronciato e la metropoli percorsa da intenso fervore elettorale; le piazze e le strade invase da cortei tumultuanti che reclamano ‘le immediate dimissioni’ del Presidente Fernando Collor de Mello che affonda negli scandali. Non mi soffermerò sul difficile momento che attraversa il Brasile, neanche sull’inflazione che brucia le ultime speranze nella ripresa e ha ridotto all’osso il già magro potere di acquisto del cruzeiro. Qualcosa d’altro ho voglia di trattare. 
L’occasione me l’ha fornita Ted Boy Marino che si è adoperato al meglio onde permettermi di partecipare - in Rua de Matriz 79, Botafoco - presso la sede de la Tenda dos irmão do oriente, al rito kardecista che si protrarrà fino alla mezzanotte. Siamo tra i primi ad arrivare. Ted è festeggiato e, in attesa, che il rito sincretico abbia inizio, Evaldo Reis e Silva... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/nostra-presenza/1.jpg

LIMA - Nell’introduzione alla seconda edizione del volume ‘Los italianos en la sociedad peruana’ (Saywa Editore 1997) Giovanni Bonfiglio scrive: 'La presenza italiana in Perù ha profonde radici storiche che risalgono all’alba della Conquista comprendendo tutto il periodo coloniale. Soltanto nel secolo 800 si registra la massiccia immigrazione durante la quale gli italiani costituirono il più consistente gruppo di emigranti provenienti dall’Europa.' 
Un altro studioso dell’immigrazione, il Radicati di Primeglio, in ‘Investigatión’ (1986) - compendio d’una notevole quantità di documenti parrocchiali e notarili - rileva che, alla metà del XVII secolo, gli italiani in Perù assommavano a 343 unità. 
Il Radicati elenca le località di provenienza di 231 di essi: 124 genovesi, 28 veneziani, 28 corsi, 15 napoletani, 11 milanesi, 10 romani, 5 siciliani. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Leggende e realtà nel Perù di oggi

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/leggende-peru/1.jpg

LIMA - Elìas disse alla moglie Caty che, essendo la loro terra non estesa e neanche fertile, sarebbe stato opportuno che i loro figli ‘salgan a buscar trabajo’. Partissero a cercar lavoro. Caty si oppose ma Elìas insistette e, alla lunga, finì per convincerla. 
Passata la prima luna i giovani decisero di recarsi nella capitale ove il nuovo viceré aveva ordinato di edificare cento grandi chiese adorne d’oro e argento. 
A Lima i fratelli dormirono per tre notti in una locanda, distesi presso il camino. Il quarto giorno, prima che sorgesse il sole, i fratelli maggiori si allontanarono lasciando Emiliano al suo destino. Non erano, infatti, più disposti a sfamarlo avendolo fin da piccolo considerato ‘gran tonto e balordo.’ 
Emiliano, che si era sempre interessato della lavorazione del ferro, trovò un buon impiego e iniziò ‘a produrre cose utili e belle.’ Un giorno, non avendo carbone per la fornace... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Cerimonie Inca e Attualità

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/cerimonie/cerimonie-1.jpg

PERU Lima - Mentre nel mondo prosegue lo sforzo teso a trovare un efficace rimedio al cancro, un medico peruviano afferma d’avere scoperto il vaccino che potrà impedire il progredire del male del secolo. Il dottor Santiago Sarmiento Villar, durante venti anni, ha applicato la sua formula su quattrocento pazienti ottenendo risultati incoraggianti. Direttore del Centro Investigazion Immunobiológicas Especificas avrebbe ottenuto il vaccino a partir de compuestos antígenos immuno-especificos (proteine) que se extraen de los propios tumores cancerosos. La scoperta ha destato l’interesse del Centro tedesco per le ricerche e di altri prestigiosi Istituti che avrebbero intensificato gli esperimenti avviati dal ricercatore. Incoraggia e fa sperare la constatazione che sono tanti gli scienziati di scuole e latitudini diverse a porre attenzione alle ricerche sulla malattia. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/civilta-precolombiana/t/t_civilta-1.jpg

LIMA - L'eredità culturale peruviana risale a ben diecimila anni. Lo attestano le pitture rupestri ed i monumenti in pietra e terracotta delle maggiori civiltà precolombiane. Durante il periodo coloniale, iniziato con la Conquista di Pizarro - l'arte peruviana risentì dell'influsso straniero facendo registrare nuove forme espressive in architettura, scultura oreficeria e pittura. 
I governi succedutisi alla guida del paese hanno sempre assicurato di voler garantire al meglio le zone archeologiche di maggiore interesse, fonti di prestigio e di valuta pregiata e di voler rispettare il mandato Costituzionale e le leggi di tutela dei reperti.
Così non è stato perché non si è fatto abbastanza e non ci si è impegnati a sufficienza onde evitare la costante invasión y destrucción dei beni culturali.

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Pagina 2 di 3

Visitatori

Oggi 169

Ieri 247

Questa Sett. 1348

Questo Mese 8680

Da Sempre 401418

Vai all'inizio della pagina