Donna Clotilde Racconta...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XIX

Vota questo articolo
(7 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Don Tommaso e il Cliente Insolvente

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

E’ quasi mezzogiorno e Tommaso... è fermo con la sua tuta d’officina e la sigaretta accesa sotto i baffi davanti la chiesa dell’Immacolata. Aspetta qualcuno.
Ma ecco che i nostri tre vecchietti, seduti sulla solita panchina dei giardinetti, attenti sempre a tutto, lo scorgono.
“Cu sapa a cu aspetta don Tommasinu?” si chiede don Vincenzino incuriosito.
“’U sapimu subbitu…ca cchì ‘nci vò…!!” e don Ignazio si gira verso il nostro nuovo amico e...“Don Tommà…!” lo chiama “bbongiorno!!” [...]
                                                                                                                                     

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XVIII

Vota questo articolo
(5 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Visita alla Puerpera

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Gesuzza, bene vestita, sta uscendo di casa.
“Gesù…duva vai ccù su piattu? cchi c’è dintra?” Seduto sulla sua solita poltrona, la ferma il marito, abbassando il giornale che sta leggendo.
“’ntò…dù cocci d’olivi ‘mpurnàti…ppè ‘a figghia de donna Rosina cà partoriu l’atru jiornu!!!” e intanto va nascondendo un pezzo di salsiccia in una manica.
“Sempa ‘ma duni a ‘ncunu tu!!!” si lamenta lui. [...]
                                                                                                                                     

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XVII

Vota questo articolo
(5 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Il Telefonino

Suonano alla porta.
Sarà sicuramente mia nipote Susi! Corro ad aprire.
"Cciao zzia Clò!" E’lei.
"Ciao tesoro!"
"Dov’è?" mi chiede senza mezzi termini, cianciando rumorosamente la sua solita gomma da masticare.
"Qui, qui, cara, vieni!" e la porto nel tinello, dove, in bella mostra, troneggia sul tavolo il mio cellulare nuovo. [...]                                                                                                                                                                                                                                                                                      

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XVI

Vota questo articolo
(11 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Quella Mattina Al Bar

"Pensa, cara Clotilde, che non ci si vede dal liceo!!" E’ Matilda Del Duca, donna raffinatissima, vecchia compagna di scuola, da me, a dire il vero, non molto amata.
Ci siamo incontrate sul Corso mentre entrambe guardiamo la vetrina di Mazzocca.
"Si! E’ vero! – ribadisco io, tu non sei cambiata per nulla!!" in verità la trovo molto invecchiata e rinsecchita dal fumo, ma l’etichetta e le buone maniere mi impongono la menzogna.
"Trovi!?" ribatte lei "Anche tu stai bene, cara!" ma, poi… "forse ingrassata! Si, si! Sei decisamente ingrassata!" Insolente!! Penso che forse sarebbe stato meglio se non mi fossi attenuta tanto all’etichetta.
"Sediamoci qui fuori al bar Centrale…vuoi?" mi propone lei "è una così bella giornata e abbiamo tante cose da dirci!" Trovo che per la giornata abbia effettivamente ragione... [...]                                                                                                                                            

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XV

Vota questo articolo
(9 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Donna Clotilde e Don Ignazio Calò

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Ho necessità di un nuovo paio di scarpe da abbinare al vestito di seta nero che ho comperato l’altro giorno da Mazzocca.
Mi trascino pigramente davanti Piazza Prefettura. Davanti a me la chiesa dell’Immacolata è aperta. Sono tentata ad entrare, quando, seduto sulla panchina dei giardinetti, a pochi metri dalla scalinata, intravedo don Ignazio Calò, accanto i suoi fedelissimi amici: don Vincenzino (il marito di Rosina, la mia domestica), e don Mimì. 
Oh mio Dio! Se è lui è identico a come l’ho lasciato qualche anno fa! Il tempo sembra essersi fermato! [...]                                                                                                                                            

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Pagina 6 di 9

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 268

Ieri 113

Questa Sett. 783

Questo Mese 4940

Da Sempre 383879

Vai all'inizio della pagina