Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Letteratura/Libri/Mr. Mercedes, un King in tono minore


Mr. Mercedes, un King in tono minore

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/merc/merc.jpg

Mr. Mercedes, l'ultimo romanzo scritto da Stephen King, nelle intenzioni dell'autore fa parte di una trilogia. Partendo dal presupposto che non amo molto le trilogie pianificate a tavolino, o l'utilizzo di personaggi ricorrenti, perché credo tolgano troppa suspence al racconto, Mr. Mercedes è, obiettivamente, un cambio di rotta che lascia un po' perplessi. Ci troviamo infatti di fronte a quello che è, a tutti gli effetti, un poliziesco. 
La vicenda ruota intorno ad un uomo dall'identità sconosciuta, soprannominato Mr. Mercedes dai media, poiché ha ucciso un gruppo di persone a bordo di una Mercedes (non l'avreste mai detto, vero?) SL 500, indossando una maschera da clown. 
L'assassino riesce a fuggire, e lascia sul volante dell'auto una sorta di “firma”, una emoticon sorridente con gli occhiali. 
Ma un giorno Bill Hodges, detective in pensione, riceve una lettera misteriosa... 

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/merc/merc2.jpg

Forse il problema principale del libro è questo, ovvero un reiterarsi di stereotipi del genere. 
Il detective in pensione che si rimette ad indagare, circondandosi di aiutanti improbabili, è un cliché  fin troppo visto nel poliziesco all'americana. 
Anche senza anticipare niente, dopo aver letto circa un quarto del libro si intuiscono troppe cose, e a metà si sa già come andrà a finire. 
Il punto di forza del libro sta nell'approfondimento psicologico (in cui King è un maestro con ben pochi rivali), che a tratti fa passare in secondo piano la vicenda principale. 
Il consigliarlo o meno, però, non è cosa semplice da stabilire. 

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/merc/merc3.jpeg

Se cercate un poliziesco, Agatha Christie e Sir Arthur Conan Doyle vi daranno più soddisfazione. 
Ma se cercate una narrazione più moderna, allora Mr. Mercedes potrebbe rivelarsi una buona scelta, più di  un romanzo di Micheal Connelly o Jeffery Deaver perché, al netto di una vicenda non certo impossibile da capire, come immedesimazione non c'è paragone. 
Arriverete a conoscere detective e assassino nei minimi dettagli, provando comunque delle emozioni che, con gli autori sopra citati, mancherebbero, a causa di una narrazione sin troppo schematica e fredda. 
Tuttavia, se vi state avvicinando adesso al Re del brivido, io vi consiglierei di provare altro, come Cose PrezioseIt o Il gioco di Gerald (morboso come pochi).
Buona lettura! :ok

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.  

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 35

Ieri 101

Questa Sett. 300

Questo Mese 2032

Da Sempre 371083

Vai all'inizio della pagina