Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Letteratura/Ad Anselmo Galasso - Italo Galasso


Ad Anselmo Galasso - Italo Galasso

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/galasso.jpg

Cantami, o Bacco, di quel prode Anselmo
l’ampia e capace stipa che infiniti
litri di vino de le verdi viti
di già rinserra.


    A te lontano, su per la stellata
    Volta celeste ne la notte pia
    vola serena seppur in nostalgia
    la rimembranza.


Cantar vorrei su la mia mesta lira
al cielo, al vento ed al lunar mistero
l’onda commossa dentro il cuor sincero
che mi rapisce.


    Ma non la lira che due soldi in tasca
    pur troppo tengo (che gran brutto guaio)
    ed è ancor pieno il mio salvadanaio
    di ragnatele.


Mi dai due soldi (se non c’è la lira)
uscir non puote accento che sublima
E lasciando da parte e verso e rima
Ti scrivo in prosa.


Italo Galasso - Prato, 27.2,XVI

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.  

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 44

Ieri 97

Questa Sett. 598

Questo Mese 1665

Da Sempre 339569

Vai all'inizio della pagina