Ti trovi qui:Portale/Cinema/Film/Jupiter - Il Destino dell'Universo


Jupiter - Il Destino dell'Universo

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/jupiter/jupiter-destino-universo-1.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/jupiter/jupiter-destino-universo-2.jpg

Ok, di Matrix ce n'è uno, e forse anche di Cloud Atlas. Ciò non di meno, il passaggio da un'aspettativa disillusa a un dozzinale esempio di mediocrità fantascientifica lascia il segno, ed è espressione di mancanza di idee, ancora prima che di passione.
Le reazioni a Jupiter possono essere molteplici. Dal semplice "già visto" a "oh come mi piace lei", passando per il "ma che roba è?". In tutti i casi difficilmente coglieremo quello stupore mistico a cui i fratelli Wachowski ci avevano abituato, e anzi, sfido chiunque a riconoscere la mano dei geni che, un tempo, hanno ispirato il percorso di NeoJupiter è, senza mezzi termini, un filmetto per ragazzini - forse meglio adoperare il più dispreggiativo "ragazzine" - in cerca di effetti speciali e presunte storie d'amore in un mondo di finte comparse che si muovono come marionette fra le mani di un malato di parkinson. Voto 3. Perché non me la sento di rimandare il giudizio troppo a lungo. E se avete ancora la pazienza di leggere, qualche rigo sotto trovate la dovuta recensione, cui sinceramente credo possiate anche fare a meno.

Per certi versi un film imbarazzante se paragonato, per esempio, ad "interstellar": è un po' come passare da Topolino alla Divina Commedia (con tutti il rispetto per Mickey Mouse).

       Daniele Sesti su Filmup.com

Trama (da Filmup.com)

Jupiter Jones (Kunis) è nata di notte ed il suo cielo astrale promette grandi cose. Da adulta però, sarà costretta ad abbandonare i suoi sogni e ad affrontare la dura realtà di un lavoro come domestica oltre ad una serie infinita di fallimenti sentimentali. Solo quando Caine (Tatum), un ex militare geneticamente potenziato, giunge sulla Terra per rintracciarla, Jupiter assapora gli straordinari eventi che il destino ha in serbo per lei da molto tempo. Scopre infatti di essere stata prescelta per ricevere una straordinaria eredità genetica che potrebbe modificare per sempre l’equilibrio del cosmo.



Recensione

Ho scoperto con sommo piacere che il lavoro di critico cinematografico (e letterario) pone chi scrive in una posizione di assoluta forza. Che importa se il giudicante ha ragione o torto? Le sue parole si diffondano per poi divenire legge. E se è pur vero che un vecchio adagio recita "la reputazione si forma in una vita e si può distruggere in un secondo", è altrettanto vero che chi (come me) non fa questo di mestiere, può permettersi il lusso di dire ciò che vuole. Eccomi quindi qui, pronto a sparare letame su ogni aspetto di questa pseudo-corbelleria fantascientifica, priva anche del buon senso di non prendersi tropo sul serio.

Per voi che non potete gustarvi le mie espressioni contrite mentre batto sui tasti, racconto subito di come sono rimasto fermo più di venti minuti, foglio virtuale bianco davanti, a cercare un solo aspetto di questo film degno di essere recensito favorevolmente. E benchè la ricerca si sia rivelata fruttuosa, non credo che ci sia altro da dire, se non un generico (ma convinto) "bravi" a Charlie GraovacTim Phoenix e Darren Shearwood, nomi persi nei titoli di coda, ma che rappresentano il motore pulsante degli effetti speciali di Jupiter. Trucco, costumi, montaggio e fotografia, ad onor del vero, non sono assolutamente da meno ma, per quanto sarebbe comodo, non ha molto senso il citare i nomi di illustri sconosciuti. Quindi, tanto vale andare al sodo.

Jupiter - Il Destino dell'Universo è un film orribile. Mal diretto, mal recitato, privo di qualsiasi sostanza morale, e arricchito da una sceneggiatura carente e superficiale. Abbiamo una Cenerentola futuristica che si innamora del primo ragazzo che le mostra il petto, prima di scoprire che ella stessa è la regina delle regine della galassia. Una Sua Maestà in piena regola, abituata a pulire bagni e camere d'albergo,in una vita che non le appartiene. Colpo di scena, dissolvenza. Qui avrebbe potuto chiudersi Jupiter, e non nego di essere stato più volte ad un passo dal premere il bottone ejectdel mio fedele lettore. Ma no, visto che di questi tempi mi sto spacciando per un critico, ho trovato la forza per andare avanti, spinto dal commento "guardabile" di un amico (il nostro Gogeta), che se ne intende di roba fantascientifica. 
E, in effetti, guardabile è guardabile il film dei Wachowski. Come è guardabile il Grande FratelloMaria De Filippi o Barbara D'Urso. Ma il cinema, beh lasciamolo altrove.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/jupiter/jupiter-destino-universo-3.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/jupiter/jupiter-destino-universo-4.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/jupiter/jupiter-destino-universo-5.jpg

La storia, banale all'inverosimile, ci porta da una navicella spaziale all'altra, dove la nostra eroina può conoscere le sue antitesi, suoi figli di passata reincarnazione, pronti a farle la festa, in modi che neanche il Conte Olaf (Lemony Snicket's - Una serie di sfortunati eventiBrad Silberling, 2004) avrebbe mai immaginato. Fra liquidi estratti da corpi umani e bagni con nudità femminili esposte (uno a dire il vero), si avanza stancamente conoscendo attori che hanno probabilmente sbagliato lavoro, e incontrando vecchie conoscenze come Sean Bean (Boromir ne Il Signore degli Anelli eNed Stark ne Il Trono di Spade), che ci si aspetta, a torto, di veder morire da un momento all'altro. È forse questa la più grande sorpresa di una pellicola tutta sguardi languidi e dialoghi dozzinali:Sean Bean non muore. E mentre ci si rende conto che questa è la cosa che più resta impressa, si sale sull'ultima astronave, annoiati a morte, e si aspetta la fine, che non tarda ad arrivare, scontata e al caramello, per conquistare almeno i faciloni innamorati.

Non potevo neanche dimenticare Mila Kunis, con i suo occhi da cerbiatta ed in piena crisi ormonale. Purtroppo per lei, conosciamo fin troppo bene quelle due o tre espressioni, e il viso alla Kristen Steward di Twilight, non può farle compiere quel salto qualitativo che da tempo si aspetta. :nono:
Deludente in sintesi, lei come anche il coprotagonista, Channing Tatum,  dotato di una mimica bloccata sul "oh cavolo, ho perso il treno!" e di grugniti che rendono la sua dialettica a tratti più accettabile.

Quanto ai fratelli Wawchoski che dire? Sembra che abbiano deciso di darsi alle soap opera. Non che noi si sia contrari, ma in questo caso forse è il caso di dirlo ai fan, prima di prenderli a bastonate intellettuali, capaci di stendere anche il più duro dei seguaci di Mordor (Saruman, per gli ignoranti :perp ).

 

Conclusioni

Un film senza né capo né coda. Fantascienza che definire tale è offensivo per gli amanti del genere. Qualche viaggio spaziale (rigorosamente in interni) e stucchevoli pretese amorose in un contesto di giochi di potere che fanno più ridere che riflettere. Se volete conoscere la mediocrità in cui versa il 90% dei film di oggi, questo Jupiter si inserisce a pieno titolo fra gli immancabili. 
Adatto ad una serata fra amici (se forniti di birra in quantità) o con delle ragazze, nella remota speranza che qualche addominale scolpito le emozioni quanto basta per stare con voi.

Voto: 3
Perché chiedete? Perché due punti li guadagna la circostanza fortuita che io sia un maschio e la protagonista immancabilmente carina.

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.  

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 16

Ieri 92

Questa Sett. 16

Questo Mese 2172

Da Sempre 368084

Vai all'inizio della pagina