Ti trovi qui:Portale/Un Po’ di Tutto/Ereticamente.it/Doppio Binario


Doppio Binario

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/1/doppio-binario.jpg

Continuiamo a percorrere un doppio binario, uno che sta in primo piano ed è visibile a tutti e l’altro che si cela nel retroscena. Agiamo all’interno di una società che viaggia su una doppia morale, una pubblica ed una privata. Ci sono cose che si possono dire ma non fare e ce ne sono altre che si possono fare ma non dire.
E’ la schizofrenia dei tempi moderni e si può evincere quotidianamente in ogni gesto che compiamo, in ogni decisione che prendiamo. I principi che dettano i nostri comportamenti quotidiani sono altri rispetto alle norme che ne regolamentano l’attuazione (che sembrano stabilite da altri e non da quelli che le devono rispettare) e questo crea problemi e conflitti continui.
E’ proprio strana questa società post-moderna. Da un lato ci dice che l’imperativo è correre, arrivare prima degli altri e dall’altro ci multa con l’autovelox se superiamo i limiti di velocità (ma quali sono i limiti?); da un lato ci invoglia ad acquistare un’auto a testa e dall’altro ci sanziona perchè parcheggiamo dove troviamo spazio; da un lato ci dice che l’imperativo (e dunque l’obiettivo) del nostro agire deve essere fare soldi a tutti i costi e dall’altro ci sanziona se per farne di più sconfiniamo nell’illecito e nella corruzione; da un lato ci seduce col miraggio delle merci e dall’altro si scandalizza se qualcuno ruba per farlo o se i/le minorenni si prostituiscono per vestire firmato; da un lato ci costringe all’interno di spazi sempre più ristretti e dall’altro ci sanziona se dalla convivenza in così poco spazio scaturiscono conflitti e omicidi; da un lato ci aliena facendoci inseguire sogni impossibili e dall’altro ci sanziona quando per sopperire alle frustrazioni ci rifugiamo nella droga o nell’alcool (bevi consapevolmente cretino!); da un lato ci promette di stare a lavorare per costruire il futuro e dall’altro ci manganella e reprime quando tentiamo di protestare per riprendercelo; da un lato ci induce al consumo sfrenato di beni e cibo e dall’altro ci multa se non conferiamo poi i rifiuti negli appositi cassonetti; da un lato promuove il gioco d’azzardo e dall’altro ci raccomanda di rovinarci con moderazione; da un lato veicola il modello del maschio virile, alla Rocco Siffredi, e dall’altro si interroga meravigliata se un’adolescente viene stuprata da un gruppo di coetanei durante una festa di compleanno; da un lato permette la costruzione di impianti inquinanti e dall’altro pretende di promuovere il turismo o l’agricoltura biologica negli stessi luoghi; da un lato non predispone strutture assistenziali adeguate e dall’altro impedisce poi a chi è malato terminale di porre fine alle proprie sofferenze e potrei continuare all’infinito.
Forse se iniziassimo a definire chiaramente il tipo di società che vogliamo essere, senza falsi moralismi e ipocrite dichiarazioni di principio, scopriremmo che il numero di norme necessarie per regolamentare i rapporti tra gli individui potrebbe ridursi notevolmente e di conseguenza anche i conflitti.

Massimiliano Capalbo
Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 96

Ieri 103

Questa Sett. 199

Questo Mese 1722

Da Sempre 373827

Vai all'inizio della pagina