Ti trovi qui:Portale/Cinema/Home Theater/Diffusori - I Materiali del Mobile


Diffusori - I Materiali del Mobile

Materiali

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/materiali-f1.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/materiali-f2.jpg

Nella scelta di un diffusore, non si deve mai dimenticare di studiare con oculatezza i materiali che lo compongono. Tralasciando il materiale di realizzazione degli altoparlanti (trattazione che si rivelerebbe futile se non accompagnata l'analisi di uno specifico prodotto e senza test pratici accurati), ci possiamo concentrare sul materiale che costituirà la "cassa" vera e propria, ossia il mobile che contiene gli speakers.
In commercio esistono centinaia di diffusori, tutti realizzati con materiali fra i più vari.
Per semplificarci la vita, possiamo dividerli in due grandi categorie:

  • I diffusori realizzati in legno.
  • I diffusori realizzati in materiali differenti dal legno.

Con ogni probabilità risulterò superficiale ai più, ma personalmente non considero di qualità una cassa se questa non ha un mobile di legno.
Non escludo che un altro materiale possa raggiungere le stesse prestazioni del legno (o addirittura superiori), ma ritengo altamente improbabile che in un prodotto del mercato consumer si possa ottenere una siffatta qualità a causa dei costi di realizzazione.

Abbiamo avuto modo di vedere che la caratteristica principale che deve avere un diffusore è il non risuonare. Cioè, contrariamente a quanto si pensa solitamente, il materiale di costruzione deve essere sordo e non avere un suono proprio che interagisca con quello generato dagli altoparlanti.
Qualunque materiale simil-plastica non ha chiaramente queste caratteristiche e, benché venduti a caro prezzo, diffidate dai prodotti di marche blasonate che vi vendono come Hi-Fi dei diffusori realizzati in plastica o materiale simile.
Chiarito che personalmente consiglio apertamente i diffusori in legno, occorre ora cercare di capire quale sia il "legno migliore" per i nostri scopi.

I migliori risultati si hanno con un legno che abbia le fibre corte (che trasmettono peggio le micro vibrazioni) e disposte in modo irregolare. Sono da scartare i compensati e le tavole di legno massello.
Ottimi invece sono i legni compositi - tipo il MDF (Medium Density Fiber) - o il truciolare. Entrambi però presentano dei pro e dei contro.

II truciolare, acusticamente migliore del MDF, ha il difetto di assorbire troppo l'umidità e di rovinarsi se entra a contatto con l'acqua.
Il MDF invece ha il difetto d'essere duro al taglio e molto fragile al contatto con le viti (tende a "sfogliarsi").
Dal momento che l'umidità (e l'acqua in genere) rappresenta un problema insormontabile se paragonato alle difficoltà di lavorazione, è chiaro che il MDF rappresenta tutt'ora forse il miglior compromesso per i nostri diffusori. Assicuratevi quindi che la vostra cassa (se ci tenete alla qualità sonora) sia realizzata in MDF o, quanto meno, con un legno a fibre corte.

Per quanto riguarda lo spessore non esiste una regola precisa: dipende dalla quantità di rinforzi che sì sono usati e dalle dimensioni del diffusore. In linea di massima, i mobili che troverete in commercio saranno realizzati con tavole di circa 1.9 cm di spessore.

Alla luce di quanto detto fino ad ora è chiaro che alla scelta di un diffusore di qualità si accompagna necessariamente la scelta di un materiale adatto alle finalità cui il prodotto è destinato:

  • Se avete in mente di comprare delle casse per l'ascolto di musica, diffidate da prodotti simil-plastica.
  • Se avete in mente di comprare delle casse per la visione di film, diffidate dai prodotti simil-plastica (salvo limiti di badget visto che il fattore "qualitativo" in questo ambito lascia spesso il posto al fattore "spaziale".. ma ne parleremo a suo tempo in un apposito articolo ;)).
  • Se avete in mente di comprare delle casse per la televisione, computer o console, l'acquisto di diffusori in plastica (o affini) è probabilmente la scelta migliore se non volete spendere i vostri soldi per prodotti che non sfruttereste comunque a dovere.

Per concludere l'argomento, non dimenticate che anche l'occhio vuole la sua parte e, considerando la durata media di casse di qualità, conviene acquistare dei diffusori solo dopo aver ipotizzato ogni possibile sistemazione ambientale futura, al fine di determinare correttamente il tipo di legno (e colore) che meglio si abbini al locale in cui andranno a disporre. Molto spesso le casse nere (anche il legno può essere nero  ;) ) rappresentano la scelta ottimale per la maggiore facilità di inserimento all'interno di qualsivoglia tipo di arredamento  ;) .

Copyright © www.omnicomprensivo.it 2011. Vietata la copia!

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 69

Ieri 165

Questa Sett. 601

Questo Mese 2032

Da Sempre 377291

Vai all'inizio della pagina