Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Processo Megaupload: Si Comincia...


Processo Megaupload: Si Comincia...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/altro/mega-processo/t/t_mega-1.jpg

I dati stanno per essere cancellati! Si lavora ad un tentativo di Mediazione per tutelare gli utenti incolpevoli.

Giorno 20 Gennaio 2012. 
Gli amministratori del sito Megaupload.com - chiuso dalle autorità americane con una serie di accuse che vanno dal favoreggiamento alla pirateria all'associazione a delinquere finalizzata all'estorsione - sono comparsi davanti ad una corte della Nuova Zelanda.
I giudici hanno negato il rilascio su cauzione del fondatore di Megaupload, il tedesco 37enne Kim Schmitz (alias Kim Dotcom), che ha negato le accuse di pirateria su Internet e di riciclaggio di denaro.
Alla base della decisione della corte sta il pericolo di fuga del sospettato a causa di presunti fondi privati non rintracciati dall’FBI. Come se ciò non bastasse, pare che Dotcom disponga di molteplici identità ( :shock: ) e di un passato caratterizzato da fughe da accuse penali.

Lui non è il tipo di persona che passa inosservata attraverso i posti di blocco

... ha detto l’avvocato della difesa Paul Davison, riferendosi sicuramente ai 2 metri di altezza e al peso superiore ai 130 kg del CEO di Megaupload, nonchè miglior giocatore di Call of Duty Modern Warfare 3 al mondo. Ma a nulla è valsa la sua arringa.
Il giudice David McNaughton ha infatti spiegato che la richiesta di cauzione era troppo complicata per una decisione immediata: convalidare il fermo era l'unica strada che poteva seguire data la gravità delle accuse e il passato di Schmitz.



Naturalmente a complicare il quadro si aggiunge Washington, che chiede a gran voce l'estradizione dei quattro arrestati: Dotcom, l’olandese Bram Van Der Kolk e i tedeschi Finn Batato e Mathias Ortmann. Le autorità americane vogliono processarli per pirateria online, racket e riciclaggio di denaro: accuse che potrebbero costare loro fino a 20 anni di prigione.

Nel frattempo nuove notizie vengono diffuse in rete. Pare infatti che la polizia, nelle operazioni di arresto abbia sequestrato un fucile a canne mozze adoperato da Schmitz mentre cercava di nascondersi in casa sua, una specie di roccaforte protetta da un sofisticato sistema di sicurezza elettronico.
Le autorità hanno riferito che le perquisizioni - eseguite in ben 10 siti di Auckland - hanno portato al sequestro di diverse automobili di lusso (Cadillac e Rolls Soyce Phantom...) ed al blocco di conti bancari per un ammontare di circa 6,83 milioni di euro.

In tutto questo gli utenti del Network rischiano di veder cancellato tutto il materiale "uppato" sul server in questi anni, ed il tutto a prescindere dalla sua illiceità ( :argh ): pare infatti che le autorità neozelandesi, desiderose di cancellare ogni potenziale prova a favore degli indagati, vogliano eliminare il prima possibile tutto il materiale contenuto negli hard disk sequestrati.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/altro/mega-processo/t/t_mega-2.jpg

Ira Rothken - l’avvocato che difende il fondatore della struttura informatica - ha intrapreso una violenta azione mediatica al fine di tutelare l'interesse delle migliaia di persone che adoperavano Megaupload legalmente, inserendo negli archivi materiale conforme alla legge e spesso di natura personale (protetto dalla normativa sulla Privacy). Questi soggetti rischiano ora oltre al danno - che consiste nel non poter accedere al materiale di loro proprietà illegalmente sequestrato - di subire la beffa: perdere tutto senza aver fatto niente di sbagliato o contrario alla legge, e senza alcuna possibilità di far valere i propri diritti.

In queste ore abbiamo saputo dell'esistenza di un accordo con le Farm Carpathia e Cogent Communications, società che gestisocno i server, per rimandare la cancellazione dei dati almeno sino a metà febbraio.
In queste due settimane, la difesa cercherà di trovare con le autorità federali della Virginia, competenti nel caso Megaupload, una soluzione per sbloccare i server e rendere disponibili i dati di quegli utenti che legittimamente utilizzavano il servizio.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi dell'intera vicenda. ;)

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 35

Ieri 101

Questa Sett. 300

Questo Mese 2032

Da Sempre 371083

Vai all'inizio della pagina