Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/E va bene... il rompiscatole sono io!


E va bene... il rompiscatole sono io!

Oggi, mi è capitato sotto mano un piccolo articolo scritto da SchiAnto.
Si tratta di un frammento di vita quotidiana, difficilmente catalogabile all'interno delle nostre categorie, che ha saputo farmi gioire più di quanto non mi aspettassi, permettendomi di dimenticare i problemi occorsi al sito.

Così, facendo un piccolo strappo alle regole (da accordo tacito, solo gli "articoli ufficiali" possono essere pubblicati qui sul Portale), ho voluto riportarlo ugualmente nella speranza che vi trasmetta qualcosa.

Chi conosce personalmente SchiAnto troverà spassosissima ogni singola parte del testo; chi lo conosce di meno ha un'occasione quasi unica per capire lo SchiAnto "uomo".

Buona lettura...

E va bene... il rompiscatole sono io!

Mi trovo alla stazione e il mio treno parte alle undici e trentanove. Arrivo sul binario e il treno è già lì ad aspettare. A Roma la giornata non è fredda, ma neanche calda. Mi avvio per trovare la mia carrozza e una volta arrivato cerco una panchina nelle vicinanze per sgranocchiare una fetta di pane con del fomaggio che ho portato da casa. Dentro potrei sbriciolare e poi non ci sarà neanche l'aria condizionata accesa perchè manca circa mezzz'ora alla partenza. Io ho un difetto: guardo le persone. E' un difetto perchè non riesco ad essere ottimista quando ho contatti con il "mondo", mi viene una certa nostalgia e la voglia di uccidere qualcuno.
Siccome aborro la violenza capisco che l'effetto è un pò anomalo e che quindi la colpa deve essere inevitabilmente della gente. Non di tutta si intende. :)
Mi avvicino ad una di quelle panchine in pietra che si trovano sui binari. Una persona di sesso femminile si trova già seduta, ma sta per andare via, infatti appena mi avvicino getta qualcosa in terra e se ne va. Era un mozzicone di sigaretta! :argh Acceso e fumante  :argh
Rimango un attimo spiazzato: c'è davvero ancora gente che butta i mozziconi di sigarette in terra? A quanto pare si, ed ora lo fa lasciandoli fumanti.   :boh
Dopo aver schiacciato il mozzicone fumante mi siedo. Col pezzo di pane in mano osservo un altro essere di sesso maschile. Fuma anche lui e come me aspetta un pò prima di salire sul treno (come me aspetta. Io non fumo). Si avvicina all'entrata della sua carozza e lancia il suo mozzicone sotto il treno e sale. Pensare che il posacenere era dietro di lui. Ora la chicca! Dopo pochi secondi scende nuovamente, era troppo presto. Fa due passi e poi mette una caramella in bocca. Indovinate dove ha gettato la minuscola carta?!
Il mio pezzo di pane è finito. Mi avvio all'entrata della mia carrozza (che è diversa da quella della carrozza del signore di prima, della signora ho perso le tracce). Alla porta c'è un altro fumatore che, sigaretta in mano, sta sulla porta come se questo bastasse a non dare fastidio.Chiedo permesso.
Ora mi aspettano cinque ore di viaggio e pensate un pò: sono di malumore! :incaz

Per commentare l'articolo, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Altro in questa categoria:

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 115

Ieri 82

Questa Sett. 115

Questo Mese 2374

Da Sempre 377633

Vai all'inizio della pagina