Ti trovi qui:Portale/Visualizza articoli per tag: Letteratura

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXVII

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Dovere di Ospitalita'   

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Ho avuto una giornataccia, decido che l’unica soluzione sia quella di uscire, sono già pronta, borsa in mano, quando mi suonano alla porta.
Vado ad aprire.
“Cloti’…vinni 'ma ti trovu!!” E’la zia Ermelinda (lontana parente da parte di mia madre) che è venuta da Ioppolo, paese in provincia di Catanzaro, dopo aver sbrigato tutti i suoi affarucci, direttamente da me: ora sono quasi certa che la giornata finirà anche molto male.
“Zia Ermelinda!!!” La saluto con un sorriso stereotipato “Che piacere vederti!!! Sei già passata a salutare Anastasia?” Le chiedo con la lontana speranza di poterla dirottare da mia sorella... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXVI

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Un pomeriggio con Susi

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Sono sotto casa di mia sorella Anastasia.
Parcheggio, poi dò due colpi di clacson. Da dietro i vetri del primo piano la vedo far capolino: mi fa cenno che Susi sta scendendo.
Sono stata felice che mia nipote mi abbia telefonato per chiedere un passaggio: non la vedo da parecchio ed ho piacere a passare un pomeriggio con lei. Mentre aspetto penso a dove la porterò: forse al bar del Comunale… Le offrirò un gelato gigante, poi una bella passeggiata sul corso Mazzini a vedere i negozi. 
Ma eccola che bussa al vetro del finestrino ed entra lanciando sul sedile posteriore un pesante zaino colorato, zozzo e scribacchiato un pò dappertutto. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 

Ruzzoloni e punti di svista

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/naimablu/t/t_relativ.jpg


Relatività, Escher

«Non capisco perché ci abbia messo così tante scale. Ok, la vita è complicata, le difficoltà innumerevoli, gli obiettivi difficili da raggiungere, ma tutte quelle scale. Che titolo, poi: Relatività. Punti di vista o di svista? La verità è che quando meno te l’aspetti ruzzola tutto e tu che fai? Scegli il bianco o il nero? Bianco, io scelgo sempre il bianco! Non capirò mai Escher, avrò anche una fantasia sfrenata, ma proprio non lo capisco. Tutte quelle scale... ah, io il bianco e il nero li uso di sicuro in modo meno faticoso e più piacevole!».
Lucilla si è presentata così o meglio, la voce di Lucilla ha fatto irruzione nella mia estatica contemplazione dell’opera di Escher “Relatività”, riportandomi, è il caso di dirlo, giù dalle scale. Devo ammettere che c’è voluto davvero poco per passare dal bianco e nero di Escher al rosso carota dei capelli di Lucilla. Come essere indifferenti a una nuvola rossa così voluttuosa, illuminata da due grandi occhi color muschio incastonati in un delicato e delizioso visino da bimba?... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXV

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Donna Clotilde e le tre porte   

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Don Tommaso Nisticò, il mio meccanico, è stato categorico questa volta: “Donna Clotì "mi ha detto sorridendo sotto i baffi. “Donna Clotì! Oramai ‘a machina vostra è bella che partùta!!... vi l’avìti d’accattara nova!”
Alle mie più vive proteste e tentativi di giungere a qualche compromesso per tenerla qualche anno in più, mi sono sentita rispondere:
“Signò... eu volera ‘ma vi l’ acconsu …ma vi custa ‘nu capitala!!”
La mia signorilità mi impedisce di chiedere a quanto ammonti questo capitale, così cerco con qualche eufemismo se non sia il caso di tenerla così.
“Chista, signò... si ‘a lassati ‘e sa manera... vi lassa ‘menzu ‘na sthrata! Chista oramai... va a ogghju e benzina!!” mi risponde e dopo aver dato alla mia auto una energico colpo di acceleratore... “U vidìti su fumu?” e mi indica il tubo di scappamento da cui esce del fumo denso e nero “...chistu esta ogghju signò! ...esta ogghju cchì vruscia! Si voliti ‘ma v’a teniti ‘e sa manera...” e, pollice in giù, continua “aviti ‘ma mintiti... benzina e ogghju! ...ogghju e benzina!! ...e quantu vi custa!” 

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXIV

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg 

Don Ignazio e il cellulare  

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Siamo, come al solito sul Corso di Catanzaro e, sulla solita panchina dei piccoli giardinetti dell'Immacolata, don Mimì e don Vincenzino controllano scrupolosi traffico e gente, senza nulla farsi sfuggire.

“Don Mimì!”don Vincenzino scuote il braccio dell’amico seduto accanto “…arriva donn’Ignazzu…arriva donn’Ignazzu…’u viditi?” e allunga il mento per indicare il nostro vecchio commendatore.
“Cchì fu…donn’Ignà! È chista l’ura ‘ma veniti?” Lo redarguisce don Mimì facendogli posto sulla panchina “Ava ‘e mò cchi vi stacimu aspettandu!!”
Don Ignazio, bastone in mano, arranca verso i nostri due amici.
“Fici tardu ppecchì…m’accatavi ‘u cellulara!” sentenzia sedendosi pesantemente tra i due.
“’U cellulara!?” si meraviglia don Mimì “…e a cchì vi serva?”. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXIII

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

I Melangiani Chini

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Sto andando a prendere con la mia macchina zia Tonina, la sorella della buonanima di mio padre, vuol essere accompagnata dalla sua modista.
Non sono ancora arrivata all’appuntamento, che già sono un fascio di nervi: il traffico è intenso. Da via Milano, dove abito io, per arrivare alle case "INCIS", dove, invece, abita la zia, ho dovuto attraversare obbligatoriamente tutta via Indipendenza (un cemento di macchine!!). Mi consola solo il fatto che la modista abiti in via De Riso e che quindi non dovrò percorrerla di nuovo.
Ma ecco la zia: mi aspetta sul marciapiede di via Piave. [...]
                                                                                                                                      

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Momento Magico

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/brunella/Momento_Magico/t/t_alba.jpg

C'è un momento magico al mattino prima che il sole sorga.
Il buio fondo della notte si attenua mentre in cielo un lontano bagliore tinge di azzurro... 
[...]


Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

 

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXII

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Don Mimì e Don Rafeli P.

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

“Don Mimì…! don Mimì…!” E' don Rafeli il tappezziere che, dalla sua macchina, ferma nel traffico, chiama l’amico seduto sulla solita panchina, con i suoi soliti amici.
“Aviti pacenza…! ‘nc’è mastru Rafeli cchi mi chiama!” Si scusa don Mimì con don Vincenzino e don Ignazio e, indicando con il mento don Rafeli bloccato nel traffico, si alza per andargli incontro.
“Don Rafeli…bbongiorno!...mi volìavu?”
“Bbongiorno don Mimì!! Scusati si vi disturbu…!” Poi alza il braccio che pende dal finestrino, la sigaretta fra le dita “…pozzu ma v’offru nà sicaretta?” e gliela mostra. [...]
                                                                                                                                      

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XXI

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Donna Clotilde dal Meccanico

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Sono scesa finalmente dal motorino di mia nipote. Non è stata certo una gita piacevole su quel trabiccolo, con la sua guida spericolata, ma finalmente sono riuscita ad arrivare dal mio meccanico a Catanzaro Sala!
Si, lo so, non avrei dovuto mai accettare quel passaggio, ma a volte la vita ti mette in condizioni di non avere scelta. 
Mi guardo riflessa su una vetrina: i miei capelli!! Sono rimasti scompigliati da quel grosso casco puzzolente del suo amico (che orrore!!!). [...]
                                                                                                                                     

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XX

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

Il Motorino di Susi

“Pronto?...Anastasia?...scusa se ti disturbo, ma volevo sapere se Susi è uscita di casa!” chiedo a mia sorella.
“…”
“E’ uscita…!”
“…”
“Come perché?! Ieri ha insistito tanto per volermi accompagnare col suo motorino fino a Catanzaro Sala…dal mio meccanico!” [...]                                                                                                                                                                                                                                            

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Pagina 6 di 10

Visitatori

Oggi 35

Ieri 45

Questa Sett. 228

Questo Mese 1490

Da Sempre 433292

Vai all'inizio della pagina