Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Scienze e Tecnologia/Il Mistero delle Piogge Coronali


Il Mistero delle Piogge Coronali

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2014/piogge-solari/0.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2014/piogge-solari/1.jpg

Quello che stiamo per mostrarvi oggi rappresenta uno dei tanti misteri irrisolti che accompagna lo studio del nostro Sole. Si tratta delle cosiddette "piogge coronali", ovvero veri e propri rovesci di plasma incandescente, che precipitano dalla corona solare verso la superficie della nostra stella a ben 200 mila km/h.

Il processo attraverso cui si genera questo fenomeno è molto simile a quello che genera le precipitazioni terresti, anche se naturalmente su scala nettamente differente: le migliaia di gocce che cadono sul Sole sono grandi mediamente quanto mezza Italia... :shock:
In particolare, uno studio condotto in Irlanda da Eamon Scuillion  del Trinity College Dublin (Irlanda), ha dimostrato come le nuvole calde di plasma siano generate dai cosiddetti brillamenti solari, a seguito dei quali, parte del materiale lanciato verso lo spazio ricade sulla superficie, causando fenomeni di evaporazione e successiva condensazione del plasma che - disegnando delle vere e proprie arcate a causa dei campi magnetici solari - riprecipita sulla stella.

Nel giugno del 2012 il fenomeno è stato documentato per mezzo del telescopio SST (Swedish 1-m Solar Telescope dell'isola di La Palma, alle Canarie). Scuillion e colleghi hanno potuto così verificare come le arcate di plasma siano percorse da piogge più fredde, attorno ai 7000 gradi e piogge più calde, fino a 80 mila gradi.

"Lungo queste arcate, abbiamo piogge calde e fredde che interagiscono fra loro. Grazie a SDO (il satellite della NASA Solar Dynamics Observatory), siamo riusciti a ricavare il tasso di condensazione, trovando che questo processo è molto più rapido di quanto pensassimo. Quello che succede è un raffreddamento catastrofico, un processo fisico che genera le dense piogge fredde che vediamo cadere sulla superficie solare."

       Eamon Scullion

Ben poco altro sappiamo di questo fenomeno, ma i ricercatori sembrano convinti tutti che le piogge coronali siano uno dei principali strumenti volti a garantire la stessa stabilità della nostra stella.

"Possiamo immaginare l'atmosfera esterna del Sole come un gigantesco bollitore e la pioggia coronale come un meccanismo per evitare che diventi troppo caldo. Una specie di termostato per la corona."

       Eamon Scullion

Ed eccovi infine le famose immagini del giungo del 2012....



Buona visione.:cool:

Fonte: Rivista Nuovo Orione , n. 269, ottobre 2014.

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 3

Ieri 124

Questa Sett. 127

Questo Mese 2327

Da Sempre 358248

Vai all'inizio della pagina