Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Nati Per Amare - ONLUS/Acqua in Bocca


Acqua in Bocca

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/brunella/acqua-bocca.jpg
Prima di parlare domandati se ciò che dirai corrisponde a verità, se non provoca male a qualcuno, se è utile, ed infine se vale la pena turbare il silenzio per ciò che vuoi dire.
Buddha

Buongiorno,
   più di due mesi fa, avevo iniziato una lunga storia, divisa in due parti: la prima "La palizzata" parlava di un santone e della palizzata scalfita irreparabilmente da tutti i nostri errori anche quando poniamo rimedio. Questa, continuazione alla prima, la chiamo " Acqua in bocca"!!!
Acqua in bocca per ricordare a me stessa per prima, e poi a tutti che lo spessore d'animo sta in quello che riesci a non dire o a dirlo meglio o a non dirlo affatto se nuoce offende e non migliora nessuno

  Diceva il Beato Egidio, uno dei primi seguaci di San Francesco -ex contadino e frate esemplare: “L'uomo dovrebbe avere un collo come lungo come una giraffa e pieno di nodi affinché la parola possa incepparsi in ogni nodo e dare la possibilità a chi vuole dirla di meditare o di bloccarla in tempo".
Vi immaginate un collo pieno di nodi e quanti secondi devono passare prima di superarli tutti e dare una risposta?
Ebbene noi tutti ne siamo forniti ma non ne abbiamo coscienza e quindi non lo utilizziamo.  

I nostri nodi, attraverso i quali dovrebbe passare la parola, sono: riflessione, ponderatezza, prudenza ed anche opportunità, per quanto, oggi, quest'ultimo termine sia caduto in sospetto.
L'opportunità, non è opportunismo: consiste nel scegliere il tempo e il modo più favorevole, per eseguire qualcosa oppure per comunicare un pensiero, in vista dell'esito, voluto e sperato.
  Il desiderio di concordia, non è ipocrisia ma l'inopportunità di usare parole sgradevoli anche quando ci pare che l'interlocutore lo meriti.
La carità che accompagna la donazione impone di non emettere parole offensive, anche quando riteniamo che altri le provochi.  

San Filippo Neri, conosceva bene la potenza della parola nel bene e nel male, tant'è che quando giunse da lui una donna, confidandogli le sue difficoltà nel ménage familiare, lui, notando la puntigliosa loquacità della donna, le propose il suo rimedio infallibile: una bottiglia contenente una medicina miracolosa. Quando il marito era in vena di bisticciare, la donna doveva prenderne un sorso, ma non ingerirlo immediatamente; doveva trattenerlo in bocca, fino a quando il marito non si fosse acquietato. Dopo alcuni giorni, la donna ritornò contenta con la bottiglia vuota.
“Ebbene?” disse il Santo.
“Meravigliosa!!!” -rispose la donna- ” I litigi son cessati e, finalmente, la pace è tornata nella nostra casa. Vi prego di darmene ancora, altrimenti .... credo che la discordia ritorni tra me e mio marito.”
“ Volentieri....."- disse il Santo; poi, sorridendo, aggiunse: ".... ma, potete riempire la bottiglia voi stessa: non contiene che acque di fonte!!!!"

  Acqua in bocca è l'espressione migliore, capace d'indicare la modalità per impiegare la medicina di San Filippo Neri. Non rispondere alle provocazioni, non raccogliere insinuazioni, non contendere né pretendere di avere sempre ragione, anche se l'abbiamo, anzi, soprattutto, quando l'abbiamo. Il silenzio, intelligentemente opportuno, non è disonorevole, bensì prudenza, non si tratta di viltà, al contrario è generosità. Molte volte, il silenzio è, addirittura, segno d'amore perché “quando l'orgoglio grida- è stato scritto- vuol dire che l'amore tace”.
  Le nostre parole son quasi  sempre dettate dall'orgoglio, dal risentimento e dal disprezzo perché l'amore, dentro di noi, non ha più voce.

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.

Altro in questa categoria:

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 116

Ieri 107

Questa Sett. 116

Questo Mese 2077

Da Sempre 364613

Vai all'inizio della pagina