Uruguay

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/uruguay/uruguay-1.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/uruguay/uruguay-2.jpg
Montevideo - Monumento ai coloni
Punta del Este

MONTEVIDEO - Il primo contatto è con la Scuola Italiana che il 17 settembre 1986 ha raggiunto cento anni di attività. Accompagnato dall'amico Ottogalli, sono stato ricevuto dal Presidente dell’Istituto. Apprezzata la sua disponibilità e interessante la conversazione. Segue la visita alle aule e ai laboratori scientifici, alle nuove costruzioni che accoglieranno moderni laboratori di ricerca, impianti sportivi e ricreativi. Il merito della nascita della Scuola Italiana di Montevideo si deve all’iniciativa del ilustrado medico de la Universidad de Roma, Leone Maria Morelli giunto in Uruguay nel 1870. 
Numerose le Associazioni italiane fondate a metà del XIX secolo (tra le quali il Circolo Lombardo per l’Istruzione, il Circolo Napoletano e la Società Aspirazioni Drammatiche) che accolsero le proposte del Prof. Morelli tendenti ad unificare gli sforzi per la creazione di un unico Istituto chiamato Lega e creato nel 1886. Attualmente la Scuola italiana è all'avanguardia culturale dell’intero mondo sud-americano. Accoglie fino al livello universitario, le discipline di agronomia, architettura, economia, diritto, medicina e ingegneria; in migliaia gli studenti di etnia italiana e uruguayana che la frequentano. Significativi gli obiettivi dello Statuto secondo il quale la Scuola tiene por fin la difusiòn de la lengua y de la cultura italiana en el Uruguay; la formación de un ambiente intelectual propicio para reafimar y reforzar los vìnculos espirituales que unen el Uruguay y a Italia.

L'automobile di Ottogalli sfreccia per il viale alberato che porta al centro della metropoli. Qualche ora di riposo non guasta prima di avviare i programmati incontri con i rappresentanti dei COEMIT di recente costituzione. 

La partenza da Buenos Aires ha avuto luogo questa mattina con un traghetto dal quale è stato possibile ammirare l’imponente corso d’acqua attraversato dalle navi che collegano i due centri. Sul Rio della Plata, lungo un’ampia ansa - sorge la capitale uruguaiana che, nel processo di conquista e popolamento del Paese, è stata punto d’appoggio e base logistica per le emergenti attività commerciali e portuali. Per cinquant'anni ha, infine, rappresentato approdo obbligato per l’immigrazione europea oltre l’Atlantico. 

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/uruguay/uruguay-3.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/uruguay/uruguay-4.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/uruguay/uruguay-5.jpg
Punta del Este
Monumento all'Emigrante
Mercato

L'inizio della colonizzazione spagnola nel territorio risale alla prima metà del diciassettesimo secolo e coincide con l'introduzione dell'allevamento del bestiame. I primi nuclei abitativi sono identificabili nelle fattorie che si trovano lungo la sponda del Rio e presso le località di Salto e Maldonado. 
Da questi luoghi partì l’esplorazione nell'interno. Molte le aziende agricole che si scorgono lungo la strada che unisce Montevideo a Punta del Este, diffuse le distese di terre incolte in attesa della fatica dell’uomo. 
Ottogalli afferma che c’è necessità di braccia, intelligenze e iniziative perché la ricchezza del Paese è ancora tutta da scoprire e sfruttare. Segue la descrizione del territorio che lui e Paolo Grendene (amministratore della Casa di Riposo italiana che ci accompagna) conoscono e del quale indicano gli aspetti più appariscenti. Apprendo abitudini, vicende e costumi con particolare riferimento alla storia della nazione spesso drammatica. Ottogalli suggerisce che il maggior punto di riferimento politico e amministrativo del Paese, oltre che importante porto, è Montevideo. Ciò si deve alla posizione in cui si colloca rispetto alle linee internazionali di navigazione. Fiorenti sono le industrie nei settori alimentare chimico cementizio abbigliamento e carni. La metropoli conserva il volto tipico della città che ha conosciuto la ricchezza durante gli anni venti di questo secolo per poi arrestarsi nello sviluppo. 

Exctamente igual al mismo dia de la creación, el paraiso encontrado, el lugar donde Adam y Eva viven la felicidad eterna. Il mare e la navigazione come ozio e disciplina dello spirito e il diporto come norma, sono le leggi che guidano il viaggiatore a Punta del Este, nota località posta sull'Oceano Atlantico raggiunta attraverso il susseguirsi di centri balneari e il dispiegarsi di spiagge, baie e fertili colline. 

La maggioranza della popolazione in Uruguay è di religione cattolica, laica la tradizione dello Stato. Nel 1919 fu decretata la separazione tra Stato e Chiesa e molte feste religiose furono abolite. I protestanti ammontano ad alcune migliaia. Ammesso il divorzio e garantita la protezione della donna; gratuita l’istruzione nelle scuole elementari, medie e universitarie. Il tasso di analfabetismo riguarda soltanto gli anziani. 

I primi ad esplorare l’Uruguay furono gli spagnoli i quali - non offrendo il territorio le attrattive economiche da loro cercate - non ne promossero la colonizzazione. Agglomerati urbani importanti furono realizzati dai portoghesi provenienti dal Brasile. 

Ad accompagnarmi nella sede del Circolo Italiano di Montevideo è, ovviamente, l'amico Ottogalli. Segue l’incontro con i rappresentanti del locale Comitato per l'emigrazione che danno fiato alle speranze che i nostri connazionali all'estero nutrono onde porre fine ai ritardi e alle inadempienze dei governi di Roma ed auspicano il solidale concorso dello Stato e delle Regioni perché si possano al più presto affrontare le problematiche in sospeso tenendo a mente la difficile realtà vissuta dai nostri conterranei in terra straniera. Seguono domande sullo stato in cui versa la Calabria, sulle possibilità di trovare lavoro in patria e sui rischi che si corrono se non preceduti dalla certezza di trovare un impiego. 
Anche se pessimista, non affosso le speranze dei presenti.

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 38

Ieri 175

Questa Sett. 468

Questo Mese 2261

Da Sempre 347491

Vai all'inizio della pagina