Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Letteratura/Le Vostre Opere/Ted Boy Marino


Ted Boy Marino

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/1.jpg

RIO DE JANEIRO - Ted Boy Marino mi riceve nella sua bella casa in Avenida Atlantica. Ha moglie e figli. La finestra del soggiorno s’affaccia su Leme.
La sua cortesia mi pone a perfetto agio perché non mi considera importuno. Mostra tanta voglia di parlare di sé e della sua Fuscaldo ove conta parenti e amici.
Ricorda, con orgoglio, la sua recente visita in Italia e l’accoglienza dei compaesani. La fama delle gesta sportive lo aveva preceduto!
La storia di Mario Marino è simile a mille altre e pur tanto diversa. Confida di non rimpiangere ‘nulla di nulla’ del suo passato, a parte il trasferimento a Rio, in arrivo da Buenos Aires, ove risiedeva con i familiari. In Argentina torna ogni volta che ne ha voglia, se libero dagli impegni d’istruttore e dalle frequenti partecipazioni televisive.
Nelle manifestazioni pubbliche Ted è sempre ospite d'onore. Ha da poco ricevuto l’offerta di una consulenza per una rivista sportiva a larga tiratura. E’ forte, assicura e, se lo volesse, ‘potrebbe riprendere a combattere’ senza rischi di sfigurare. Parla con nostalgia della sua carriera: a sedici anni iniziò a praticare la lotta e più tardi passò nella categoria dei professionisti con la scuderia di Martin Caradaynan. In seguito conquistò la corona nazionale di catch e alcuni anni dopo il massimo alloro nella disciplina.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/2.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/3.jpg

Usciamo insieme al figlio Tiago per bere una birra con immancabile assaggio di noccioline e semi di zucca. Il caldo non concede tregua.
Ted Boy Marino, figlio di emigranti e ragazzo d'oro, continua a parlare di sé: “Eravamo soltanto in tre sugli scudi in cima al nostro mondo: Pelè, Box Der Jofre e chi parla.”
A conferma della sua notorietà, mostra numerosi giornali e riviste, proietta cortometraggi. I trofei conquistati? Tanti. Presto, assicura, catalogherà le testimonianze perché nulla va perduto! Non a caso ha fatto parte della ridotta schiera di os reis do ringue.
Da giovane, prima che gli impegni sportivi assorbissero tutto il suo tempo, nutriva tanta voglia di tornare in Italia, ma, sopraggiunta la popolarità, conservare onori e privilegi non ammetteva distrazioni. La fama sportiva o meno vincola e impone disciplina e serietà. Non consente deroghe perché diventi ostaggio della folla, la stessa folla che crea gli idoli e, se non soddisfatta, li distrugge senza rimpianti. Intanto gli anni passano.
La cordialità con la quale Ted Boy è salutato, conferma la stima che la gente nutre per lui. Il suo ricordo, infatti, vive nei cuori e nella fantasia dei brasiliani.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/4.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/5.jpg

E’ sempre lui a confidare: E’ uno sport pesante il nostro. Erano tempi difficili e ce le suonavamo di santa ragione. La finzione nello sport e nella vita non è roba che riguardi me. La folla? Se tradita, ci avrebbe divorato. Non scherzavamo e i combattimenti lasciavano sempre il segno. Alcuni avversari affermavano che, per sopravvivere nella giungla agonistica, bisognava prenderle e ancor più darle. Alcuni atleti prima di montare sul ring, si camuffavano addirittura da spettri e vampiri; scelte che la dicevano lunga sulle loro reali intenzioni.

 http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/6.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ted-boy-marino/7.jpg

Dopo le brevi note che precedono, reputo corretto inserire quanto scrisse di lui L’eco d’Italia, giornale bilingue edito a Buenos Aires, diretto da Gaetano Cario.
“Ted Boy Marino è un campione dello sport e della vita. Per le strade della città carioca continua ad essere salutato e fermato per strada dalla gente. Per anni, è stato l’atleta per eccellenza, punta di diamante sui ring di mezzo mondo e sugli schermi della prestigiosa rete televisiva O GLOBO. Ha girato, come attore, film di successo e ha contribuito a fare apprezzare maggiormente la presenza degli italiani in America del Sud. Va ricordato altresì che la popolarità e la stima di cui gode non lo hanno reso superbo. E’ rimasto l’amabile personaggio di sempre, lo stesso che sbarcò pieno di speranze e di sogni nel porto di Buenos Aires alla ricerca di una sorte migliore. Avvenire e gloria che ha conquistato con sacrifici, puntando sulle sue indiscusse doti civiche, umane e, naturalmente, atletiche.”

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 85

Ieri 75

Questa Sett. 85

Questo Mese 1608

Da Sempre 373713

Vai all'inizio della pagina