Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Letteratura/Libri/Il Signore degli Anelli / Lo Hobbit - Illustrati da Alan Lee


Il Signore degli Anelli / Lo Hobbit - Illustrati da Alan Lee

 

Piccola Premessa

Raramente leggo due volte lo stesso libro. Sono troppe le emozioni racchiuse nelle pagine ancora non lette per legarsi troppo a quelle già provate.
Così, come altri, appena possibile entro in una delle tante librerie alla ricerca dell'ispirazione. Già, ispirazione... perché di questo si tratta.
A quanti è capitato di entrare in un negozio alla ricerca di un "qualcosa"? Ci si guarda intorno, a destra, a sinistra, ed intanto si pensa.

In una libreria però, non si può semplicemente girare. Si cerca un'avventura, una emozione: guardare non serve, si deve sentire.
Così si sfiorano i libri; si avverte il loro odore; si ammirano le foto degli scrittori e perché no?... anche le copertine.

Ricordo ancora quel giorno di fine Novembre. Pioggia battente e freddo da neve.
Al caldo fra le mura di un piccolo negozietto, mi son finite sotto gli occhi alcune parole, su di un vecchio libro quasi dimenticato:

"Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli, Un anello per ghermirli e nel buio incatenarli."

Già... ero davanti alla mia prima copia de "Il Signore degli Anelli", lasciata in un angolo e dimenticata da chissà quanto tempo.
Ne avevo sentito parlare, ma nessuno dei miei coetanei conosceva la storia. Un po' di coraggio e quell'enorme volume è venuto a casa con me.

Da allora sono passati quasi 15 anni... Fine Novermbre, anno 2011. Pioggia battente e freddo da neve.
Al caldo fra le mura di un piccolo negozietto, mi è finito sotto gli occhi un titolo conosciuto, ma in una veste nuova.
Era "Il Signore degli Anelli", in una bellissima edizione illustrata ad opera di Alan Lee.

Inutile dirvi che quella sera non son tornato a casa da solo. Il mio vecchio amico era di nuovo con me ma, stavolta (e finalmente oserei dire), vestito di tutto rispetto. A pochi giorni di distanza anche "Lo Hobbit", nella stessa versione, si è aggiunto alla mia collezione.

Eccomi ora qui, pronto a mostrarvi questo piccolo capolavoro editoriale, nella speranza che non ve lo facciate scappare...

P.s. - Chiedo scusa per il tempo di caricamento della pagina, ma ho voluto lasciare le tante fotografie al massimo della qualità consentita. 


Il Signore degli Anelli - Illustrato da Alan Lee

Recensione dell'Edizione:

Di certo non è compito mio recensire questo classico senza tempo. Non vi parlerò di Frodo, degli Hobbit o di come è scritto il libro. Ci concentreremo prevalentemente su questa particolare edizione che non può mancare nella casa di un appassionato.

Direi di partire con l'evidenziare i limiti dell'edizione classica dell'opera: copertina morbida, pagine bianchissime e semitrasparenti, caratteri a tratti imprecisi. Praticamente si ha un libro in mano che risulta molto difficile da leggere a causa della scarsa qualità di stampa.
Intendiamoci, stiamo parlando di più di 1350 pagine in un volume che sta in una mano, ma comunque dal costo considerevole (26 euro) vista la qualità generale.
L'edizione di cui ci occupiamo in questa sede appare invece completamente differente. Prima di andare a parlare delle illustrazioni, occorre soffermarsi sulla rilegatura e sulle caratteristiche di stampa.
Il libro è molto pesante, forse troppo. Praticamente è come il volume di una enciclopedia, dalla quale eredita tutte le caratteristiche principali: copertina rigida, segnalibro (in tessuto rosso) e dimensioni (in centimetri, circa 17 x 25 x 6.5, nella formula "base x altezza x profondità").
Anche in questo volume troviamo le pagine troppo sottili e bianchissime che non facilitano la lettura (si intravede l'inchiostro e le parole contenute sull'altro lato di ogni singolo foglio). Per contro tuttavia non si accusa alcuna imperfezione nei caratteri che risultano perfettamente leggibili.
L'opera è composta da circa 1230 pagine. Immancabile, come sempre, è la mappa incollata alla parte interna della copertina (potete vederla nelle immagini allegate).

Quanto alle illustrazioni, sono molteplici e di qualità. Non sono molto esperto d'arte, quindi lascio a voi lettori e acquirenti il compito di esprimere una valutazione artistica.
Apparentemente sembrano molto ispirate dalla pellicola cinematografica (salvo che non sia stato lo stesso Peter Jackson a prendere spunto dalle immagini di Alan Lee). Le figure sono riportate con stampa simil-fotografica su pagine più consistenti (in grammi) e cartonate. Il tutto dona ai disegni maggiore lucentezza.
Le pagine con le rappresentazioni grafiche non sono numerate (e quindi si aggiungono al computo totale).

La lettura non risulta particolarmente agevole data la mole dell'edizione: difficilmente si riesce a tenere il volume con una sola mano e, ancor più difficilmente, si riesce a leggere da sdraiati. Questa è un'edizione fatta per essere sfogliata e gustata stando seduti in poltrona o alla scrivania.
Se pensate di acquistare questo libro come fosse uno dei tanti in casa vostra, lasciate perdere. Non è fatto per essere maltrattato, non è fatto per essere tenuto sul comodino o usato come ferma-porte: è una piccola opera d'arte che, pur con qualche difetto, sarà capace di farvi sognare.
La lettura deve essere lenta, misurata e concentrata. Sarete immersi in un mondo nuovo e ricco di emozioni diverse rispetto a quelle provate in passato.

"Raramente leggo due volte lo stesso libro. Sono troppe le emozioni racchiuse nelle pagine ancora non lette per legarsi troppo a quelle già provate."
Anche stavolta non sento di aver riletto un libro. Ho piuttosto scoperto un posto nuovo, una diversa Terra di Mezzo: più consistente, più colorata e più emozionante... come le pagine del libro che racchiudono questa storia immortale.

Qualche Immagine...



Lo Hobbit - Illustrato da Alan Lee

Recensione dell'Edizione:

Niente di nuovo da segnalare. Questo volume è analogo a quello de "Il Signore degli Anelli", ma presenta alcune differenze non trascurabili.
Partiamo dalla grandezza. Con le sue 294 pagine circa, il libro è per necessità più piccolo ma paradossalmente ancora più scomodo.
Le sue dimensioni sono, in centimetri, di 20 x 25.5 x 3 (secondo la formula "base x altezza x profondità"). Così strutturato si presenta più grande anche se meno profondo del corrispettivo illustrato sulla trilogia.
Su di uno scaffale (come potete vedere dalle foto) ciò comporta un non perfetto allineamento dei due libri.
La qualità è comunque ottima, benché in questo caso manchi anche il segnalibro di stoffa e la mappa integrata (forse inutile in quest'opera).
La carta è molto spessa e cartonata - in tutte le pagine, non solo in quelle illustrate - e sono presenti disegni (in scala di grigio) all'inizio di ogni capitolo (che si aggiungono alle rappresentazioni a colori simil-fotografiche, presenti su pagine dedicate). Questo rende questa edizione nettamente superiore alla controparte più famosa ("Il Signore degli Anelli"), sia in termini qualitativi che di lettura. Il prezzo è relativamente elevato (si parla di 29 euro), ma anche in questo caso più che giustificato.

Qualche Immagine...



Note Personali...

Inutile negare che il prezzo scoraggia un po'. Stiamo parlando di 80 euro che di certo non sono pochi per soli due libri (in realtà sono quattro considerando la trilogia).
Non voglio spingervi ad un incauto acquisto ma chi di voi ha comprato "Il Signore degli Anelli" o "Lo Hobbit" sa quanto modeste siano le edizioni di questi due capolavori. La Bompiani è sempre stata poco accorta - niente da dire sulla grafica (copertina), si parla della qualità generale e prevalentemente della qualità di stampa dei caratteri - e ha da sempre prezzi un po' alti: l'edizione standard della trilogia costa ad esempio ben 26 euro (fra le due versioni ci sono quindi 22 euro di differenza). Anche "Lo Hobbit", distribuito anche da altre case editrici (Adelphi, La Nuova Italia..), non ha avuto mai un trattamento adeguato (se ne riparlerà dopo l'uscita del film, quando improvvisamente sarà considerato come un classico riscoperto... :wall ).

Non essendoci edizioni all'altezza e considerando personalmente queste opere come vere e proprie pietre miliari della letteratura di ogni tempo, credo proprio che non possano mancare nelle case degli appassionati di Tolkien. Chiamatemi romantico, poco furbo e persino idiota... ma 80 euro per "amici" che mi han fatto così sognare, li ho spesi con vero piacere. Aggiungo che sarebbero anche un ottimo regalo, per qualsiasi ricorrenza.

Prima di lasciarvi vi informo che questi volumi sono stati editi nel 2004 e attualmente sono difficilmente reperibili. Probabilmente dovrete ordinarle nella speranza di trovarne qualche copia nei magazzini (non è ben chiaro se siano o meno ancora in produzione, date le risposte incerte che ho ricevuto dai rivenditori).
Personalmente ho acquistato le mie due copie tramite una libreria Mondadori, quindi credo che possiate fare altrettanto. Affrettatevi, prima che sia impossibile trovarne una copia.
Buona lettura e, soprattutto, buon viaggio... ;)

Per leggere l'intero articolo, guardare l'intera serie di foto e commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 45

Ieri 126

Questa Sett. 563

Questo Mese 3435

Da Sempre 271397

Vai all'inizio della pagina