Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Ereticamente.it/Ereticamente.it
Ereticamente.it

Massimiliano Capalbo

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
05 Feb 2015, 17:41

Divorzio culturale

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/divorzio/01.jpg

E’ un sabato mattina ventoso quando decido di partecipare alla manifestazione #salviamocapocolonna, promossa tramite Facebook da alcune associazioni di Crotone e dal M5S. L’appuntamento è alle 11.00 presso l’area archeologica dove sorge la famosa colonna del tempio di Hera Lacinia. L’obiettivo dell’iniziativa, come recita l’hashtag è salvare Capo Colonna. Ma la domanda che sorge spontanea all’arrivo è: da cosa?
Dialogando con gli attivisti e ascoltando i commenti dei partecipanti alla manifestazione si ha la sensazione che, come spesso avviene in Calabria, l’attenzione sia concentrata più sui dettagli e sulle procedure burocratiche e istituzionali riguardanti i dettagli che alla sostanza delle cose, e che il rischio sia quello di perdere di vista il cuore del problema. Le proteste di questi giorni sono volte a bloccare (giustamente) la realizzazione di un parcheggio antistante la chiesa... [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/giardini.jpg

Qualche giorno prima di Natale sono stato a Rende per conoscere Nadia Gambilongo, presidente dell’Associazione di volontariato I giardini di Eva ed è stato bello scoprire questa piccola ma significativa realtà. Nadia, assieme ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Falcone” di Rende, dall’autunno del 2011, ha iniziato a coltivare le aiuole che circondano il proprio quartiere, una piccola scelta ma anche una grande rivoluzione.
Prima ancora che coltivare le aiuole Nadia e la sua associazione cercano di coltivare buone relazioni con il vicinato, coinvolgendo tutti quelli che desiderano contribuire a rendere più bello il posto dove vivono. E ciò che prima era solo un ricettacolo di rifiuti si è trasformato improvvisamente in uno spazio da vivere, da abitare. L’iniziativa di Nadia, in fondo, non è altro che questo: un invito a riflettere sul concetto di abitare che abbiamo. Sappiamo abitare i nostri spazi domestici, che abbelliamo e rendiamo sempre più chic, ma non sappiamo abitare gli spazi che li circondano. Ci occupiamo molto degli interni e quasi per nulla degli esterni, considerati spazi di tutti e dunque di nessuno. [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/oasi.jpg

Qualcosa si muove, anche se lentamente. Ci sono segnali positivi che fanno ben sperare anche nel capoluogo di regione. Ovviamente non provengono dalla partitica ma dalla cittadinanza che, finalmente, comincia a comprendere che occorre rimboccarsi le maniche e pre-occuparsi del territorio nel quale si vive. Sono piccoli segnali ma in grado di determinare grandi cambiamenti. Quelli di cui vale la pena interessarsi.
Dall’esperienza del Kalabrian Kayak Scolacium è nato #kalabrianH2O un gruppo Facebook che conta già 160 membri. “Vuole essere – si legge nella descrizione del gruppo – un omaggio all’Acqua nei suoi tre stati: liquido, solido e gassoso. Questo prezioso e, per alcuni versi, ancora misterioso elemento, è la fonte di vita per eccellenza e merita di essere celebrato, amato e tutelato. Qui gli iscritti potranno manifestare l’amore per l’Acqua pubblicando fotografie, commenti, poesie….E’ intenzione dei promotori organizzare concorsi fotografici periodici, premi letterari, manifestazioni sportive acquatiche ed ogni altra iniziativa che abbia come scopo quello di vivere intensamente... [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/affresco/01.jpg

Da quando l’ho saputo non ho perso tempo e mi sono subito recato sul posto (venerdì) per toccare con mano l’ennesimo esempio di idiozia tipicamente calabrese. Da quando il mio amico Francesco La Carbonara, guida ambientale escursionistica, ha pubblicato su Facebook le foto della Grotta delle Palazze di Mendicino, in provincia di Cosenza, non riesco a capacitarmi di quanto la nostra ignavia possa essere così nociva e pericolosa.
A Mendicino c’è forse l’unico affresco in Italia, riproducente un borgo, realizzato in una grotta. Ripeto: forse l’unico affresco in Italia riproducente un borgo realizzato in una grotta. Ma anche se non fosse così che cosa aspettiamo? Altrove lo avrebbero già studiato, valorizzato, ne avrebbero fatto il simbolo iconografico del borgo e lo avrebbero sfruttato per fare del marketing turistico o culturale. Qui, invece, nessuno lo sa.
Secondo le poche informazioni che abbiamo è presumibilmente stato affrescato in questa grotta artificiale, appositamente costruita da Don Lisandro Magliocchi... [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

13 Nov 2014, 09:42

Il dissesto ideologico

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2/muro.jpg

Venticinque anni fa, narrano le cronache, un muro in cemento armato è crollato per mano dell’uomo. Divideva in due non solo una nazione ma l’intero pianeta, fisicamente e psicologicamente. Qualche giorno fa a Carrara un altro muro è crollato, sempre per mano dell’uomo. Alcuni giunti (costituiti da lastre di polistirolo) avrebbero ceduto, causando l’esondazione del fiume Carrione. Cosa accomuna i due fatti? Il dissesto ideologico.
Le ideologie politiche hanno condizionato per quasi mezzo secolo la vita economica, sociale e culturale dell’intero pianeta. Spesso le confondiamo con i valori, nulla di più sbagliato. Mentre i valori si adattano ai cambiamenti, le ideologie no. Un’ideologia è una rappresentazione del mondo impermeabile al confronto. “Un’avarizia del pensiero… Tutto funziona benissimo fino a quando l’ideologia riesce a conservare la propria impermeabilità al mondo… Se la tempesta degli eventi le rovina addosso fino a farla crollare le persone possono sentirsi crollare con lei: non avendo più comportamenti ortodossi disponibili, si ritrovano a non avere più comportamenti disponibili” come scrive Annamaria Testa.

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Pagina 5 di 21

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 37

Ieri 175

Questa Sett. 467

Questo Mese 2260

Da Sempre 347490

Vai all'inizio della pagina