Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Ereticamente.it/Ereticamente.it
Ereticamente.it

Pasquale Chirchiglia

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/durex/durex.jpg

Ormai ci siamo, il momento che tutte le donne stavano aspettando è quasi arrivato. No, non sto parlando di San Valentino, ma di quello che si preannuncia come uno dei film più scandalosi di sempre, ovvero “50 sfumature di grigio”, tratto dal romanzo omonimo di E.L. James. Non avendolo letto, mi asterrò dal dare un giudizio, ma se proprio dovessi scegliere una scrittrice che tratta la sessualità in modo disinvolto, opterei per Isabella Santacroce. Comunque, poiché ormai la febbre del “50 sfumature di qualcosa” ha contagiato tutto e tutti ( ci sono le sbavature di gigio, ad esempio), poteva astenersi la Durex dal prendere parte a questo tripudio di sesso e violenza? [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/brit/brit.jpg

Qualche giorno fa, mentre facevo un giro nel reparto cd di una nota catena di elettronica, mi sono imbattuto nelle versioni rimasterizzate dei primi album degli Oasis, “Definitely Maybe” e “(What's the story) morning glory?” Oltre a tracce aggiuntive, i cd contenevano booklet con foto, interviste e altre chicche del genere. Operazione commerciale, presumibilmente scaturita come celebrazione per   
i vent'anni dall'esordio, nonostante il gruppo sia sciolto ormai da diversi anni. Ad ogni modo, questa scoperta mi ha fatto ripensare agli anni del “brit pop”,  a chiedermi cosa fosse esattamente, e perché abbia rivestito tutta questa importanza. 
Cercando un po' nel web, ho visto che c'è chi colloca la nascita del movimento addirittura a fine anni '80, inserendo nella lista decine e decine di gruppi, alcuni dei quali veramente agli antipodi con quel tipo di musica, come i Manic Street Preachers, i Radiohead o le Elastica. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/order/wolfenstein.jpg

Correva l'anno 1992, e a livello videoludico accadde qualcosa che aveva il sapore della rivoluzione. 
Fino a quel momento, l'attività preferita dai videogiocatori era saltare addosso ai nemici e raccogliere monete o, al massimo, menare cazzotti ai vari Final Fight o Street Fighter. C'erano anche gli sparatutto, certo, ma nessuno riusciva a comunicare realmente una sensazione di violenza, di cattiveria. Era il 1992, dicevamo, e i ragazzi di allora si trovarono a fare i conti con Wolfenstein 3D, considerato il primo sparatutto in soggettiva (FPS). Azione frenetica, sangue a fiumi, nazisti da combattere, svastiche sparse ovunque (causa di infinite polemiche e censure), e soprattutto una visuale in prima persona che portò a una immedesimazione senza precedenti. 
Tralasciando i numerosi “figli” legittimi (Doom e Quake) e non (lista potenzialmente infinita), validi e meno validi, facciamo un salto fino al 2014 inoltrato. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/coca/prior.jpg

Il mondo è bello perché è vario, e su questo c'è poco da dire. 
Certa gente però è davvero strana, e chissà perché decide di dedicarsi agli “esperimenti” più improbabili, privi di qualsiasi base scientifica. È il caso dell'americano George Prior, il quale  ha bevuto 10 lattine di Coca Cola al giorno per un mese. Questa mossa geniale ha portato l'uomo, un cinquantenne salutista con il fisico in perfette condizioni, a prendere 11 kg e ad avere problemi nel dormire. Anche i valori della pressione sono schizzati alle stelle. 
Il tutto per giungere alla conclusione che eccedere con le bevande zuccherate fa male...
C'era bisogno di rovinarsi così per giungere a questa “rivelazione”? [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/hhead/hhead.jpg

Nelle intenzioni originarie, l'articolo di oggi doveva parlare di tutt'altro. Tuttavia, aver riscoperto un album che non sentivo da vent'anni  ha provocato in me un effetto nostalgia, così forte che non ho saputo resistere. 
L'album in questione è Jerk, del gruppo hHEad (che come mi ha suggerito Valentina, potrebbe pronunciarsi  in head), probabilmente sconosciuto alla maggior parte del pubblico italiano. 
Correvano i primi anni '90, e la scena musicale americana era dominata dai gruppi grunge che, dopo la sbornia di musica elettronica tipica degli anni '80, avevano riportato in auge un tipo di rock grezzo, fatto di chitarra, basso, batteria e voce rigorosamente ruvida. Gli hHead di Noah Mintz e Brendan Canning (più una serie di batteristi diversi ogni volta), pur venendo dal Canada, facevano parte di questo movimento, ma purtroppo si sono trovati relegati ai margini. Attivi dal 1991 al 1997, gli Head hanno prodotto tre album, ovvero Fireman nel 1992, Jerk nel 1994 e Ozzy nel 1996. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...   

Pagina 4 di 10

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 26

Ieri 48

Questa Sett. 483

Questo Mese 2663

Da Sempre 423717

Vai all'inizio della pagina