Ti trovi qui:Portale/Visualizza articoli per tag: Racconti

Sacrificio

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/racconti-giovanili.jpg

Gli eventi politici e la guerra - orrenda macina di uomini - avevano rivoluzionato la mia esistenza. La sorte, dal canto suo, non era stata benigna con me. Al mio peregrinare s’era infatti aggiunta un’altra responsabilità: trascinarmi dietro una donna sofferente, la mia donna. 
Faccio giustizia alla sua forza ed alla sua volontà che le provenivano dal desiderio che amava spesso esternare: Sono certa che mi riporterai nella mia terra per riposare accanto ai miei.
Vagai senza méta, braccato per piani e per monti, procedendo sempre sotto vento, affinché i cani non ci fiutassero. Marzia si trascinava sorretta alle mie braccia mentre le sue gambe cedevano spesso, come giunchi frustati dal palo del vignaiolo. Di nostro figlio non avevamo più notizie. Evidentemente la sorte era stata crudele anche con lui e la guerra l’aveva inghiottito. Anche il suo ricordo moriva in me, non certo nel cuore di sua madre. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Menico e la Fisarmonica

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/racconti-giovanili.jpg

Strimpella e canta la speranza. Le note sulle note, a volte strascicate e spesso intense. I tasti saltellano mentre le dita spaziano rincorrendosi. 
Le dita callose d’un montanaro della mia terra. E’ una gioia ascoltare la sua fisarmonica. Essa si comprime, si allarga, dondola, risvegliando i ricordi con le sue note che, una volta spente, lasciano un senso di vuoto. L’uomo, chino sulla cassetta, accompagnava il tirillallera con i colpi cadenzati d’un piede. Al ritmo seguì un canto melodioso. Infine tutto tacque. 
“Cantaci ancora qualcosa, Menico.” L’uomo torna a calcare i tasti.

Menico viveva in un borgo sperduto tra i monti della mia terra. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Un racconto di Natale - Anno 2013

Parte Prima 

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/brunella/natale/2013/foto-1.jpg

Un novembre nebbioso, con temperature più basse delle medie stagionali e giorni di vere bufere, rallentava i ritmi sfrenati di vita. La crisi economica aveva provocato la chiusura di numerosi negozi e la totale assenza di clienti in quelli aperti, nonché un’enorme richiesta di aiuto alimentare e vestiario. 
Ci si alzava al mattino già di malumore, con la casa un po' più fredda e il frigo un po' più vuoto... Sembrava lontano il periodo dei pranzi frequenti al ristorante, dei viaggi di piacere e delle vacanze prolungate. Con una lenta ed inesorabile discesa, la vita di ognuno si era posizionata ad un livello inferiore, mentre le liti e le accuse politiche blateravano colpe e rimedi tardivi. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

La Bambina di Papà

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/altri/bambina-papa/1.jpg

Era la più piccola di tre fratelli, la più coccolata di casa ma soprattutto dal suo papà, che quando lei nacque aveva già 45 anni, perciò per lui era la luce dei suoi occhi.. Lei viveva spensierata, a volte capricciosa perchè sapeva che avrebbe ottenuto sempre tutto ciò che voleva.. Sapeva che il suo papà non le avrebbe mai detto di no. Anche i fratelli la adoravano, soprattutto lei era complice del fratello grande, aveva 6 anni più di lei, perciò a volte faceva le veci del padre, ma lei non lo temeva perchè quando il suo papà ritornava la sera, nonostante fosse stanco dopo una giornata di lavoro, lei sapeva come trattarlo. Si sedeva sulle sue gambe e in modo dolcissimo gli pettinava i capelli e lui stava lì senza dirle nulla, era la sua piccina.. 
Lei si sentiva speciale, anche se comunque erano una famiglia modesta, lei si sentiva una principessa, forte di questo grande amore che riceveva..
Era una mattina di domenica, la bimba aveva 7 anni, era una strana mattina, il papà non si era ancora alzato, era strano.. La sera prima la piccola lo aveva accompagnato al suo negozio... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/verso-letteratura/t/t_verso-letteratura-2.jpg

Le note che seguono sono state redatte a caldo, quasi una cortese imposizione con sapore di sfida da parte degli amici del Centro di Buenos Aires, riuniti per ascoltare la conversazione del corregionale Giovanni Mosca. Per oggetto… la nostra emigrazione nel mondo! Le vicende vissute dal nostro popolo, possono riassumersi in due note parallele: la storia della madre patria e l'altra, altrettanto veritiera, che gli emigranti hanno scritto e continuano a scrivere in regioni non proprie. 
Cordiale, nell’ampio Salone Ausonia l'atmosfera dell’incontro e felice l’introduzione del relatore: la fedeltà alle radici emerge prepotente da parole e riferimenti offerti da Giovanni Mosca alla nostra attenzione. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Machu Picchu

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/machu-picchu/t/t_machu-picchu-1.jpg

PERU’ - Il sole splende su Machu Picchu mentre il peso immane della civiltà inca incombe su noi mortali, anche per effetto dell'ispirato eloquio dell’anziana guida che, in castigliano enfatico, illustra i fasti ed i nefasti del 'reino de los incas de Vilcabamba'. 
Un gruppo di alpaca dal manto bianco e marrone, indifferente anche alle storie de 'los miembros de la clase real' e alla magnificenza dei luoghi 'de mayor interés' -ovvero la residencia real, il sector de l’obelisco, la roca sagrata, il torreon, la tumba reale e la gruta del condor - bruca la tenera erba aggirandosi fra i ruderi della città morta. 
Da lontano insiste una dolce melodia che invita al silenzio e all’ascolto. 
Avverto nell’esposizione della guida un’acuta rivalsa, tramandata da padre in figlio [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Eloise e la pioggia che dipingeva come Seurat

 http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/naimablu/t/t_seurat.jpg

Seurat, Study for the channel Gravelines

“Ti ricordi la prima volta che ci siamo incontrati?”

Ricordo tutto, come fosse oggi. Il profumo dei croissant appena sfornati e del caffè che borbottava dalla moka, ancor prima che tutto fosse avvolto da un impalpabile, eppur presente, senso d’attesa.
Un dono, è questo che tra il profumo di caffè e il suono della pioggia mi attendeva.
Era una mattina di novembre. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

L'Epifania

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/presepe-vivente.jpg

Un borgo come tanti della mia buona terra nel quale, in gennaio, nella ricorrenza dell’Epifania, è possibile incontrare i Magi mentre si recano, le braccia colme di doni, a onorare l’ultimo nato nel contado assurto al privilegio di rappresentare il Bambinello. 
Ad impersonare Giuseppe il falegname era stato designato, come più volte in passato, Atalesio dei Gironda che amava illustrare, ovunque si recasse, le ragioni della riconferma nell’ambìto ruolo. Aveva intanto tracannato un quarto di vino e assicurava che, per la carica, due bicchieri di rosso erano quel che ci voleva. I suoi occhi nel frattempo cercavano la madre... [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Una Storia Vera Della Mia Terra

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/storia-mia-terra/storia-mia-terra-1.jpg

Il martellare violento della pioggia sui vetri di casa non rallegrava: era quella l’acqua che temevamo. 
Quando le nuvole scure come la pece si mostravano all'orizzonte, mio padre diventava taciturno e correva a rintanarsi chissà dove. Mia madre s’affrettava ad accendere il lungo cero che teneva sempre in serbo e si inginocchiava in preghiera dinnanzi l'effige del buon santo protettore dei campi e dei raccolti. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Da Ottobre la neve cadeva...

CAPITOLO  I

http://omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/brunella/Natale/t/t_Natale_1.jpg

Da ottobre la neve cadeva incessante sulla valle e non c'erano stufe che bastavano per riscaldare lo stabilimento. Negli anni s'era ampliato da sembrare grande come una città, piena di luci, di suoni, di rumori, di torri, di fucine, di magazzini, di trenini, di macchinine, di camioncini, che andavano e venivano, trasportando pacchi coloratissimi, guidati da gnomi piccolissimi, tutti barbuti.
In cielo, costellazioni, mai conosciute, brillavano, mentre la tormenta cessava e tre stelle comete, una dietro l'altra, solcavano la volta per rendere più suggestivo quel panorama invernale, così insolito e diverso. Le case presentavano grandi vetrate, innevate tutt'intorno, da sembrare come tanti quadri, e, nella vallata, i tronchi degli alberi erano sommersi dalla neve; le tormente erano anticipate ed una seguiva l'altra, con brevi periodi di una calma universale. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

 

Pagina 1 di 4

Visitatori

Oggi 96

Ieri 103

Questa Sett. 199

Questo Mese 1722

Da Sempre 373827

Vai all'inizio della pagina