Ti trovi qui:Portale/Cinema/Film/Sabrina


Sabrina

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-00.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-01.jpg

Dopo l'ennesima estate passata a guardare b-movie nella speranza di scovare qualche piccola perla, ho deciso di lasciar perdere questa folle idea per dedicarmi alla scoperta dei classici del passato, dalle commedie americane degli anni '50, ai film cult anni '80. Un percorso divertente che può regalare enormi soddisfazioni e che non potevo esimermi dal condividere con voi.
Ogni settimana, per i mesi a seguire, parleremo di una pellicola. Non seguirò nessun ordine specifico e spesso mi farò aiutare da qualche membro dello staff. 
Spero troviate interessante questa idea. Buon viaggio!

Il primo film di cui ci occuperemo è Sabrina, il film del 1954 diretto da Billy Wilder
Nel cast troviamo Audrey HepburnHumphrey Bogart William Holden
Venne girato a Glen CoveLong Island (New York) e le riprese durarono dal 29 settembre al 5 dicembre 1953.

Trama  (da wikipedia): 

Sabrina Fairchild è una timida e graziosa ragazza, figlia dell'autista di una famiglia miliardaria di Long Island, i Larrabee.
Da sempre innamorata del secondogenito David, il classico dongiovanni perdigiorno, il quale però non ha molta considerazione di lei, la giovane passa le serate arrampicata su un albero da dove può assistere alle feste e ai ricevimenti della famiglia, e da dove può vedere David mentre balla in compagnia di altre belle ragazze provenienti da famiglie facoltose.
Una volta di più frustrata a causa del suo amore non corrisposto, Sabrina tenta di uccidersi rinchiudendosi nel garage e accendendo i motori delle otto auto di famiglia. Casualmente salvata da Larry, fratello maggiore di David, il giorno seguente Sabrina parte per Parigi, dove rimarrà due anni a frequentare una prestigiosa scuola di cucina.
Nella magica città francese la giovane ritrova la gioia di vivere, ma il suo cuore rimane pur sempre per David, al quale non smette di pensare.
Al ritorno a casa, Sabrina appare trasformata, ma... [continua]


Recensione

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-02.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-03.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-04.jpg

Amare il cinema americano è piuttosto semplice ai giorni nostri. Bombardati quotidianamente dai media con trailer e interviste relative agli ultimi blockbuster, pensiamo di aver già visto tutto e che niente possa più sorprenderci. Capita così di trascurare alcuni film, visti probabilmente nella nostra infanzia, con l'errata convinzione che ci abbiano già dato l'apporto emotivo e culturale di cui abbiamo bisogno.
Sabrina rientra fra i film più conosciuti della storia. Se chiedete ai vostri genitori di parlarvene, i loro occhi si riempiranno di luce, al punto che voi stessi potreste restarne sorpresi. 
La storia, vista con gli occhi di un ragazzo del 2015, è di una semplicità allarmante. Bastano poche battute e la direzione è tracciata: del tutto in riga, d'altronde, con l'ingenuità che negli anni '50 ancora caratterizza lo spettatore medio, sempre pronto a sognare e farsi guidare. 
Gli attori sono quanto di meglio conceda la piazza, e parliamo di vere e proprie Star, icone di intere generazioni. La regia è semplice e diretta; ricca di primi piani e del tutto priva di trucchetti volti ad ammaliare. Billy Wilder non necessita di presentazioni. Edith Head ha vinto l'Oscar per i migliori costumi. Nel 1995 ha visto la luce un remake - firmato Sydney Pollack ed interpretato da Harrison Ford e Julia Ormond - clamorosamente bocciato dalla critica ("la magia sparisce del tutto, ed i tentativi di aggiornamento sembrano belletto spalmato su un cadavere"... cit. Mereghetti).

Nessun povero è mai stato chiamato democratico per aver sposato un ricco

       Il padre di Sabrina, interpretato da John Williams

Se dovessi dire cosa mi ha colpito di questo classico - rivisto dopo oltre vent'anni - potrei parlare per ore. Ma il titolo del film è Sabrina, e un motivo c'è. 
Gli uomini si innamorano di Sabrina, le donne si rivedono in Sabrina. Sabrina è la donna americana tipo di quegli anni. Sognatrice, ingenua, sempre pronta ad innamorarsi e sempre più spesso impacciata e fuori luogo. In una società molto attenta all'etichetta, Sabrina risalta come il nuovo che avanza. Libera dai pregiudizi e dalle ipocrisie della vita "di palazzo", trascorre la vita desiderando un nuovo status ed amando a suo modo - ma si può parlare di amore riferendosi a qualcuno che appena si conosce? - David (William Holden), il rampollo di casa, che ne rappresenta l'essenza. Terribilmente semplice e complessa insieme, la figlia dell'autista dei Larrabee è una figura ammaliante nella sua testardaggine. Ciò che oggi sarebbe preso per stupidità, nel 1953 era il modo di vivere, un qualcosa per cui vivere. E così, seguendo scena dopo scena l'andamento di questa commedia sentimentale, scopriamo un lato sopito di noi. 
Ci innamoriamo della semplicità. 

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-05.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-06.jpg

E quando tutto sembra oramai ruotare sulla sempre bellissima protagonista, ecco che appare una figura maschile forte, nuova e vecchia allo stesso tempo. Humphrey Bogart riempie la scena e fa vibrare lo spettatore sulla poltrona. Il contrasto con Audrey Hepburn è coscienziosamente orchestrato: il forte e sicuro di sé incontra la piccola sognatrice, la confonde, la scuote, la cambia. David sparisce nell'impietoso raffronto, diventando il momento comico utile a spezzare la sempre più consistente tensione amorosa fra Sabrina e Larry
Ecco il film, niente di più niente di meno. Un incontro/scontro fra due figure tanto diverse e tanto simili, sullo sfondo di una società desiderosa di cambiamento. Non c'è tempo per altro, non deve esserci. 

La vita è come una limousine: c'è chi si siede dietro, c'è chi si siede davanti. E in mezzo c'è un vetro.

       Il padre di Sabrina

Non potevano mancare figure secondarie all'altezza del compito naturalmente. E se William Holden riesce ad conquistare e divertire, pur sapendo mettersi da parte, cosa dire di John Williams, che interpreta magistralmente l'apprensivo padre di Sabrina, o di Walter Hampden (Oliver Larrabee, padre di Larry David), sempre pronto a sfoderare siparietti divertenti?
Si amano tutti, indistintamente, e si procede in un costante susseguirsi di scene d'antologia: dalle lezioni di cucina a Parigi, ai problemi di Oliver con sigari, olive e Martini.
Siamo davanti ad un capolavoro assoluto (da 5 stelline sui manuali di cinema, giusto per capirci ;) )

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-07.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/sabrina/t_sabrina-08.jpg

Non voglio tediarvi ancora, e vi lascio con una piccola curiosità. 
Pare che sul set le cose furono tutt'altro che idilliache. Si narra di un Humphrey Bogart decisamente irascibile e pronto ad inimicarsi con tutti. Le malelingue vogliono che la parte fosse stata pensata per Cary Grant e che lui non gradisse essere il rimpiazzo di qualcuno. Decidete voi se crederci o meno, di certo una storiella così non può che alimentare il mito. A buon indenditor...

Alla prossima!

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.  

Altro in questa categoria:

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 48

Ieri 86

Questa Sett. 48

Questo Mese 1780

Da Sempre 370831

Vai all'inizio della pagina