Ti trovi qui:Portale/Un Po’ di Tutto/Ereticamente.it/Un solo interesse: il territorio


Un solo interesse: il territorio

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2/territorio.jpg

La Calabria è ancora una volta nell’emergenza, quella dei rifiuti. Le scene viste a Napoli qualche anno fa le abbiamo fatte nostre e abbiamo buone possibilità di fare meglio (in peggio) dei nostri amici campani, se non interveniamo subito. Perchè la politica regionale non ha un piano, a parte quello di creare l’emergenza per derogare ad ogni norma e favorire chi dell’emergenza si nutre.
I calabresi non sono preoccupati, non protestano, si limitano a lamentarsi ai microfoni dei tg. Li ascolti e li senti rispondere alle domande del giornalista con quell’indignazione di chi pretende che il prodotto finale del proprio scellerato consumismo scompaia dalla vista (ma non dalla faccia della terra) come è avvenuto fino ad oggi e senza troppi problemi. Non si capisce perchè non dovrebbe continuare ad essere così. Sono in attesa della magia che il politico, stranamente, questa volta tarda a compiere. Il problema è che la polvere sotto il tappeto è ormai troppa, il tappeto si è sollevato e anche di molto e il vento comincia a sospingerla nell’aria. Bisogna trovare altri tappeti, ma fino a quando?
Non abbiamo ancora capito che il problema dei rifiuti non è un problema dei politici ma un problema di ciascuno di noi. Da un lato contribuiamo, quotidianamente con le nostre scellerate abitudini, a generarlo e dall’altro pretendiamo di sbarazzarcene delegando alla politica il problema. Ma la politica agisce con l’intento di far sparire dalla vista il problema e di prolungare l’illusione, non di risolverlo. E c’è “un’imprenditoria” che non aspetta altro che realizzare la prossima discarica, il prossimo inceneritore o termovalorizzatore o centrale a biomasse, il prossimo tappeto sotto cui nascondere le polveri che ormai sono divenute sempre più sottili e inquinanti.
Dall’unione di questi tre “interessi” nasce l’emergenza e il conseguente disastro ambientale che rischia di mettere in pericolo le uniche risorse che abbiamo, le uniche carte da giocare per poter dare un senso e un futuro alla nostra esistenza: la salute, il turismo, l’agricoltura, l’ambiente.
Per risolvere il problema dei rifiuti bisognerebbe organizzare dei tour guidati nelle discariche calabresi, per far acquisire consapevolezza ai cittadini di quale sia il risultato finale della nostra civiltà. Viviamo in una società dove il numero di persone che consumano è nettamente superiore a quelle che producono e il risultato di questo squilibrio sono i rifiuti che ci sommergono sempre più e che non siamo nemmeno in grado di vedere come una risorsa. Il “problema rifiuti” potrebbe trasformarsi in una “risorsa rifiuti” per migliaia di giovani calabresi disoccupati se non fossero stati allevati fin qui come gli orsi allo zoo. I corsi di laurea in ingegneria ambientale dovrebbero essere stracolmi e invece c’è ancora chi preferisce mettersi in fila nella speranza di diventare medico o avvocato.
Poichè la politica non ha uno straccio di idea occorre che ciascuno di noi cominci a rimboccarsi le maniche per proporre una strategia che ci possa portare fuori dal disastro, prima che sia troppo tardi. E’ un problema che riguarda tutti (poichè da tutti è generato) e che per essere risolto ha bisogno del contributo di ciascuno, senza la necessità di apporre bandiere o vessilli di alcun genere.
Ereticamente è già al lavoro per organizzare un grosso evento condiviso, con l’intento di presentare alla politica una strategia per uscire dall’emergenza a breve termine e pianificare una gestione virtuosa dei rifiuti nel medio-lungo termine, puntando ad un solo interesse: quello del territorio. Per farlo ha bisogno della collaborazione di tutti i calabresi di buona volontà. Il 3 maggio terremo a Catanzaro una giornata dedicata all’ambiente e al territorio calabrese, i protagonisti saranno tutti quelli che dall’ambiente traggono il proprio sostentamento: agricoltori, imprese turistiche, guide ambientali, ricercatori. Chi vuole contribuire all’organizzazione può contattarci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. noi siamo già al lavoro.

Massimiliano Capalbo e Nuccio Cantelmi
Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 102

Ieri 101

Questa Sett. 367

Questo Mese 2099

Da Sempre 371150

Vai all'inizio della pagina