Ti trovi qui:Portale/Un Po’ di Tutto/Ereticamente.it/We like the X


We like the X

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/1/x.jpg

La società del non fare si è svegliata ancora una volta questa mattina con la sensazione di aver agito, di aver contribuito a fare, a determinare qualcosa. Sento e leggo di persone entusiaste e convinte di aver contribuito a realizzare il cambiamento, semplicemente per aver apposto una X su di una scheda. E’ tutto lì il nostro impegno verso il cambiamento? Sono tutte concentrate in quel gesto le nostre migliori energie?
L’ennesimo miraggio si è materializzato in questa società delle illusioni. I nuovi maghi sono a lavoro per dare fondo a tutta la loro bravura e incantare, ancora una volta, un pubblico di spettatori fragili e non abituati al sacrificio. Per illuderci che quella che ci stanno indicando è la prossima oasi e per farci credere che per raggiungerla avremo bisogno necessariamente di loro, persone di successo che porteranno al successo anche noi.
Ma quale persona, veramente di successo, si candiderebbe spontaneamente? Le persone di successo sono persone realizzate, serene, appagate, non si andrebbero mai ad impelagare in situazioni che potrebbero alterare lo stato di grazia in cui si trovano. La persona di successo ha già raggiunto il suo stato di equilibrio e per niente al mondo sarebbe disposto a barattarlo.
In realtà, noi, al successo non arriveremo mai per due motivi: 1) non ne abbiamo voglia e non sappiamo farlo perchè nessuno ci ha insegnato che il successo è frutto del sacrificio (rendere sacro); 2) tutto è studiato per ridurre al minimo il nostro impegno che, a parole, invocano ma che nella realtà non vogliono.
Tutto è finalizzato a far sì che il nostro impegno si riduca ad aver bisogno di loro, a credere, a sperare in qualcuno di loro invece che in noi stessi. La X sulla scheda, alla stregua del “mi piace” che clicchiamo su Facebook, funziona come surrogato del nostro agire, ci deresponsabilizza e ci fa comodo, ci consentirà al prossimo fallimento di additare quello che abbiamo formalmente incaricato di risolverci i problemi. Lui ha bisogno di noi per tentare di dare una svolta alla propria esistenza (se così non fosse non si auto-candiderebbe e non avrebbe bisogno di consulenti di marketing per costruirsi il proprio avatar e guidare le nostre percezioni) e noi abbiamo bisogno di lui per alimentare il nostro vittimismo con nuove giustificazioni.
We like the X. Ci piace la X.

Massimiliano Capalbo
Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 77

Ieri 96

Questa Sett. 173

Questo Mese 2834

Da Sempre 365370

Vai all'inizio della pagina