Ti trovi qui:Portale/Un Po’ di Tutto/Ereticamente.it/Il turista, questo intruso


Il turista, questo intruso

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/1/turista-intruso.jpg

Per capire se una località, una struttura ricettiva, un’area archeologica o qualunque altro luogo deputato allo scopo è orientato all’accoglienza verso i potenziali turisti non c’è bisogno di grandi analisi, a volte basta semplicemente osservare quello che accade nella quotidianità per scoprire che spesso il turista è considerato un intruso.
Atteggiamenti, segnaletica, logistica, destinazione d’uso degli spazi e dei luoghi, comportamento del personale, sono tutti elementi che comunicano al visitatore la predisposizione o meno all’accoglienza da parte della struttura.
Due situazioni vissute in prima persona nelle scorse settimane in due dei luoghi potenzialmente più attrattivi della regione ci permettono di riflettere su quanto ancora ci sia da lavorare per raggiungere l’obiettivo (se mai qualcuno se lo fosse posto) di diventare una destinazione per turisti. Ci danno la misura della distanza che intercorre tra i progetti e le buone intenzioni di chi gestisce e amministra tali strutture e la realtà quotidiana fatta di ruotine, atteggiamenti, abitudini, consuetudini consolidate nel tempo.
Area archeologica di Sibari, coordino la visita di 118 bambini provenienti da tutta Italia in gita nella zona. La visita è attesa e regolarmente comunicata per tempo ai responsabili dell’area. All’arrivo troviamo operai intenti a potare le siepi e, in particolare, uno di essi indaffarato a spazzare con una scopa il piazzale antistante, deputato alla sosta delle auto e dei pullman. Non curante del passaggio dei bambini con il suo spazzolare solleva una nuvola di polvere che il vento direziona esattamente verso la portiera dell’autobus dal quale stanno scendendo i bambini. Agisce come se fosse da solo, per lui quei 118 bambini sono trasparenti, forse degli intrusi o ancora peggio un ostacolo al suo lavoro. Lui è pagato per fare quello che sta facendo non per accogliere. E’ necessario l’intervento mio e di un suo collaboratore per fargli realizzare la situazione.
Qualche giorno dopo, sempre con lo stesso gruppo di bambini, siamo al Centro Visite Cupone del Parco Nazionale della Sila, presso Camigliatello Silano. Lungo il tracciato che conduce ai musei un gruppo di operai è intento ad annaffiare il grande prato antistante il centro con degli idranti più adatti forse ad annaffiare un campo di granturco che il prato di un centro visite. I bambini sono costretti a passare a lato del percorso, calcolando il tempo di rotazione dell’idrante, per evitare di bagnarsi. In entrambe i casi non è stata la struttura che si è adattata agli ospiti ma sono stati gli ospiti costretti ad adattarsi alle esigenze della struttura. E’ come se vi invitassero a cena e una volta arrivati trovaste il padrone di casa intento a fare le pulizie, la tavola fosse ancora da apparecchiare e la cena da preparare.
Ecco, se queste strutture fossero pre-disposte ad accogliere, il piazzale dell’area archeologica sarebbe spazzato prima dell’arrivo dei visitatori e il prato del centro visite annaffiato la sera invece che la mattina durante le visite. Ma queste strutture non sono nate per questo scopo, sono state fino a poco tempo fa luoghi istituzionali che hanno ospitato uffici e burocrazia e che da poco tempo hanno intrapreso la difficile via della riconversione e della trasformazione (che finora è stata più fisica che organizzativa) in strutture di accoglienza turistica. Occorre adesso dargli la capacità di riconoscere l’ospite al suo arrivo che, attirato dalla pubblicità, si attende un’accoglienza per lo meno degna delle aspettative create attraverso le promesse contenute in un depliant o in uno spot pubblicitario.

Massimiliano Capalbo
Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 22

Ieri 115

Questa Sett. 137

Questo Mese 2396

Da Sempre 377655

Vai all'inizio della pagina