Ti trovi qui:Portale/Letteratura/Le Vostre Opere/Il Ragno e la Mosca


Il Ragno e la Mosca

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ragno-0.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/nando/ragno-1.jpg

Per un improvviso moto di ribellione senza particolari motivi, sollevai il legno che fungeva da guanciale. Ecco mostrarsi un panno a scacchi blu e rossi simile a quelli solitamente usati in cucina. Emanava odore d'olio d'oliva e avvolgeva un contenitore di vetro privo di coperchio, che aveva contenuto della confettura di prugne. Ancora si odorava.
Che fare del contenitore? Era proibito trattenere oggetti di vetro che, se ben tritati, potevano essere ingoiati a scopo suicida. Decisi d'introdurvi il ragno che avevo visto più volte muoversi sulla parete annerita dal fumo provocato da chi, prima del mio arrivo, aveva dato fuoco a stracci sperando di poter riscaldare l'ambiente. Applicai al posto del coperchio, un ritaglio di carta piegato e ben pressato ai bordi, vi praticai un foro, presi con molta cautela il ragno e lo introdussi nel barattolo. Un ragno? Perché no?
I cefalotoraci vivono nelle cantine e negli stagni, sui soffitti e finanche nel deserto. Anche se, in ambienti ove non arriva il sole, la loro sopravvivenza non è assicurata. Più in là nel tempo, si mostrò una mosca che riuscii, dopo alcuni tentativi falliti, ad agguantare al volo e ricacciarla in compagnia del ragno. Otturai il foro con pane masticato e rimasi in attesa. L’artropodo mosse appena dopo con l'evidente voglia di ghermire la mosca e chiudere all'istante la partita, ma il tentativo fallì. La mosca, infatti, conscia del gran pericolo che correva finché a tiro di quel bellimbusto in pelliccia grigia, sfuggì all'agguato e svolazzò nel contenitore. Il ragno, scornato, ripropose la sortita, ma la vittima designata riuscì nuovamente ad evitare l'aggressione e riparare sotto la volta cartacea, a prender fiato e intanto osservare le acrobazie del mortale nemico.
Facilitato dall'accentuata inclinazione che imprimevo al vetro, il ragno avviò un altro deciso e ben congegnato attacco. Trovandosi distante dalla mosca, dopo aver considerato del tutto inefficace un'azione frontale, indietreggiò con intenzione di ghermirla alle terga. La luce della finestrella si era intanto sollevata mettendo in ombra il contenitore e la mosca, rassegnata, cercò un ultimo riparo nell'incavo circolare inferiore del barattolo.
Il ragno, pregustando un succulento delizioso spuntino e trascinandosi dietro filamenti lucidi e appiccicosi riprese l'azione momentaneamente interrotta. Avvolta la vittima in una rete molle e bavosa, raggiunse finalmente lo scopo.
Con mia immensa soddisfazione.

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 69

Ieri 98

Questa Sett. 619

Questo Mese 2096

Da Sempre 358017

Vai all'inizio della pagina