Ti trovi qui:Portale/Cinema/Home Theater/Diffusori - Costruzione e Tipi di Diffusori


Diffusori - Costruzione e Tipi di Diffusori

Costruzione

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/costruzione-f2.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/costruzione-f1.jpg

Se è vero che esistono vari tipi di altoparlanti che hanno una struttura e un funzionamento del tutto particolari (ad es. altoparlanti elettrostatici, al plasma, etc), è altrettanto vero che il 99% degli attuali diffusori è composto da uno o più speakers "dinamici".
Dinamico è l'altoparlante del pc, degli Hi-Fi, delle casse negli impianti cinematografici... difficilmente ne troverete in commercio di tipi differenti.

Per approfondimenti sull'argomento "struttura di un diffusore", potete leggere l'articolo completo che trovate nel nostro forum andando qui...

Tipi di Diffusore

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/costruzione-f3.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/costruzione-f4.jpg

Come abbiamo già avuto modo di vedere a suo tempo, esistono differenti tipi di altoparlanti (midrange, tweeter e woofer), ognuno dei quali dedicato ad una specifica frequenza. Oltre a questi speakers "settoriali", esistono gli altoparlanti a banda larga, ossia quelli che dovrebbero (in teoria) essere in grado di ricoprire l'arco di tutte le frequenze udibili.
Andando al lato costruttivo, possiamo subito dire che:

  • Per riprodurre i suoni bassi serve un cono capace di trasferire all'aria una grande potenza (gran parte della potenza del segnale sonoro appartiene infatti alla gamma medio-bassa) e quindi dev'essere grande e deve consentire una grande escursione.
  • Per riprodurre i suoni acuti serve invece una membrana leggera e rigida, con una piccola escursione adatta a spostamenti rapidissimi e precisi (spesso oltre i 30.000 spostamenti elementari al secondo, corrispondenti ai 15.000 Hz, essendo un Hz un ciclo composto da uno spostamento in avanti e uno indietro).

Da quanto appena detto è chiaro che la realizzazione di un altoparlante a banda larga rappresenti una sfida senza precedenti. Questa soluzione viene infatti scelta dalle case di produzione principalmente per motivi economici. Si realizza un midrange e si vendono dei diffusori che, dotati solo di questo, non riescono a riprodurre tutte le frequenze, ma che comunque si sentono (l'ideale per ambienti dove la qualità del suono non è prioritaria).
Capita così che nelle casse per computer, in quelle dei televisioni, delle macchine e negli stereo di basso profilo, gli unici diffusori a disposizione siano dotati di un unico altoparlante per tutte le frequenze.

Negli anni hanno visto la luce altoparlanti ellittici, coassiali e bicono. Senza scendere nei dettagli, vi basti sapere che in tutti i casi si è trovato al massimo un metodo per rendere i diffusori più piccoli, ma non esiste ancora un altoparlante capace di occuparsi dell'intera gamma dinamica.
Un altoparlante ad almeno due vie resta quindi la scelta ottimale in ambienti in cui la qualità d'ascolto ha il suo peso (impianti Hi-Fi, Home Theater..etc).



Sempre restando in tema "costruzione", possiamo dividere i diffusori dinamici in tre gruppi, che differiscono in relazione al mobile che ospita gli altoparlanti.
Abbiamo:

  • Diffusori a sospensione pneumatica (cassa chiusa) - Le frequenze emesse dalla parte posteriore del woofer sono in eliminate.
  • Diffusori bass reflex (cassa aperta tramite un tubo) o similari - L'emissione posteriore del woofer viene accordata su una certa frequenza tramite un tubo in modo tale che contribuisca anch'essa alla risposta sui bassi della cassa.
  • Diffusori a linea di trasmissione (cassa aperta tramite un labirinto acustico) - Funzionano allo stesso modo delle casse bass reflex ma adoperano il labirinto acustico che consente, se ben realizzato, di controllare molto meglio i suoni bassi e soprattutto di gestirli correttamente a bassi livelli di volume.

A riguardo conviene specificare che non esistono metodi di costruzione che siano migliori di altri in senso assoluto: ogni tipologia di diffusore ha i suoi pro ed i suoi contro. Esiste tuttavia una regola di base: il mobile deve essere sordo, non deve cioè risuonare, quando sollecitato dagli altoparlanti. Se battendo con le nocche le pareti del mobile non avrete un eccessivo rimbombo quanto piuttosto un suono cupo e il più possibile breve, allora sarete davanti ad un diffusore di medio/alta qualità.

Altri fattori che possono aiutare a determinare, a monte, la validità di un diffusore sono il suo peso, la dimensione e il materiale di costruzione.
Una cassa di dimensioni considerevoli è una cassa che non ha creato particolari problemi - in termini di progettazione - per la riproduzione dei bassi (c'è spazio a sufficienza per un cono di dimensioni generose); una cassa pesante è una cassa che contiene materiale di qualità (solitamente pesante) e che risuona molto poco; una cassa realizzata in legno o prodotto simile, tendenzialmente è migliore di una cassa realizzata in plastica o materiale simile.

Copyright © www.omnicomprensivo.it 2011. Vietata la copia!

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 71

Ieri 119

Questa Sett. 523

Questo Mese 2000

Da Sempre 357921

Vai all'inizio della pagina