Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Cinema/Film/Ogni Cosa È Illuminata


Ogni Cosa È Illuminata

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/altri/Zumbulubumbu/Ogni_Cosa_Illuminata/t/t_Ogni_Cosa_Illuminata_1.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/altri/Zumbulubumbu/Ogni_Cosa_Illuminata/t/t_Ogni_Cosa_Illuminata_2.jpg

Chi poteva immaginare che fosse anche un regista (esordiente)? nel mio caso dovrei dire il contrario visto che non mi è rimasto impresso in nessuno dei film che ho visto...quindi, si, Liev Schreiber è un attore oltre che regista di questa splendida storia, tratta dal romanzo di Jonathan Safran Foer (ma come si pronuncerà mai?). Il protagonista del film(se vogliamo protagonista, visto che forse i veri protagonisti sono gli oggetti che colleziona e quelli che in un futuro immediato e non, entreranno a far parte della sua collezione, secondo una teoria nel film,infatti, sono gli oggetti che sono li per farsi trovare e non noi che li troviamo..) è quel simpaticone di Frodo (io lo chiamo così ma il suo nome d'arte è Elijah Wood), un giovane ragazzo americano di origini ucraine che, ossessionato dal collezionare oggetti, trova una foto che ritrae suo nonno con una donna, e decide di imbarcarsi (inteso anche come "imbarcarsi su un aereo" visto che parte dagli Stati Uniti per giungere in Ucraina) in un'avventura alla ricerca di Trachimbrod, il piccolo paese dal quale era partito suo nonno molti anni prima...
Ed è qui, in Ucraina che facciamo la conoscenza di Alexander, (un giovane patito di Michael Jackson col quale molte donne vorrebbero "essere carnali" come dice lui), figlio dell'uomo che ha organizzato il viaggio di Frodo (Jonathan nel film, "Gionfen" nell'inglese strambo di Alexander) che è costretto da suo padre ad accompagnare il giovane americano nella spedizione. A fargli da autista è  però il nonno di Alex (affetto da cecità isterica -?!?!-e con tanto di cane che funge da accompagnatore).
Punto primo : calcolate che Alexander nel suo piccolo funge da interprete e traduce in maniera diplomatica le sgarbate risposte di suo nonno alle domande curiose di "Gionfe", questo genera una bella dose di comicità;
punto secondo: tenete conto che il cane del nonno si chiama "Sammy Davis jr" e per giunta è un cane psicopatico
punto terzo: pur essendo quasi coetanei Alex guarda Jonathan come se fosse un alieno, americano per giunta...
Ci sono due cose da aggiungere, e cioè che Alexander è impersonato da Eugene Hutz, il frontman dei Gogol Bordello (vi consiglio Wonderlust King o Start wearing purple, bellissime) quindi un esordiente in un ruolo non facile e diciamo che se la cava davvero bene (ha una mimica facciale spettacolare); l'altro punto da aggiungere è che le musiche di Paul Cantelon(o Cattelon? non ricordo più) accompagnano il film in maniera splendida...commoventi...
All'inizio si può pensare ad un film divertente ( e credetemi lo è sul serio) ma con l'avanzare della vicenda si spiegheranno tante cose, tra le quali la cecità isterica del nonno, oltre che una serie di importanti risvolti nella vicenda...
Non leggerò il libro solo perché preferisco sempre agire in maniera inversa, prima leggere il libro (e occuparmi personalmente nella mia immaginazione di personaggi, cast, luci, scene, ciak e quant'altro) e poi vedere il film e come un regista (in questo caso il caro Liev Schreiber) abbia interpretato personalmente trasponendo la sua immaginazione(con cast, luci e ciak etc) nella pellicola. Devo dire però che Liev lo ha fatto DAVVERO bene.

Trailer



 

Galleria Immagini

Vi aspetto con piacere per commentare e discutere assieme questa ottima perla cinematografica.
Un saluto dallo staff di Omnicomprensivo.it e buona visione  :pop: .


Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 126

Ieri 136

Questa Sett. 126

Questo Mese 2681

Da Sempre 303956

Vai all'inizio della pagina