Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Cinema/Film/Home - A Casa


Home - A Casa

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/home/home-1.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/home/home-2.jpg

Quando la DreamWorks Animation ci mette il cuore, capita che qualcosa di buono esca fuori. E nonostante l'accesa concorrenza della Disney, ecco che dopo Shrek, Dragon Trainer, Le 5 Leggende, ed in attesa dell'attesissimo terzo seguito di Kung Fu Panda, arriva Home - A Casa, un film diretto da Tim Johnson e adattamento cinematografico del romanzo per ragazzi The True Meaning of Smekday, scritto da Adam Rex nel 2007. Ho visto questo film per voi (e per me :sbav ), e il risultato è stato sorprendentemente piacevole.

Trama (da Filmup.com)

L’adorabile Oh è un alieno emarginato dai suoi stessi simili. Quando giunge sulla Terra, ed è costretto a scappare dalla sua gente, stringe un’improbabile amicizia con l’avventurosa Tip, una ragazza impegnata in una sua spedizione personale. Attraverso una serie di avventure comiche con TipOh capisce che mostrarsi diverso e commettere errori fa parte dell’essere umano, e, insieme, i due scoprono il vero significato della parola "Casa".


Recensione

Essere un alieno può non essere facile. Se non siete conquistatori di mondi, la vostra unica arma per sopravvivere nello spazio potrebbe essere il darsi alla fuga. E i Boov sono maestri in questo. Hanno fatto della fuga un'arte. 
Ma cosa è un Boov?
Un Boov è un piccolo extra-terrestre - molto più simile ad un polipo che ad un classico alieno - che ha la meravigliosa caratteristica di cambiare colore in base agli stati d'animo: nell'arco di pochi secondi può variare dal blu/viola (indica vergogna) al rosso (indica rabbia), passando per il verde (indica che il Boov sta mentendo). I Boov parlano una lingua particolare, che prende parole umane e le arrangia alla buona (es. "io essere amico tuo"). 
Queste poche righe possono racchiudere l'essenza di questo titolo d'animazione, che si pone come spassoso e veloce, benché sia portatore anche di qualche messaggio moralmente importante (scappare non serve; l'integrazione sociale è fondamentale per la piena realizzazione personale; sbagliare è umano... e alieno :p ). 

Non ci sono veri mostri in Home, non ci sono veri emarginati, non c'è vera sofferenza e neanche vera fuga. Così, mentre i disadattati diventano protagonisti, e l'eroe diviene anti-eroe, ci si affeziona al piccolo Boov pasticcione, alla sua gente, e si ride in allegria, contagiati dai più che frequenti momenti di dolce simpatia colorata.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/home/home-3.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/home/home-4.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/2015/film/home/home-5.jpg

Nonostante le premesse, Home si stacca però dalle pellicole Pixar in maniera piuttosto vistosa. Il film ha lo scopo di intrattenere, più che di trasmettere qualcosa; vuole essere leggero, non riflessivo. È il Madagascar dell'Era Glaciale, un film più simile a Dragon Trainer che a Le 5 Leggende.
Non prendendosi mai sul serio, la pellicola non riesce neanche mai a deludere, anche quando ci va molto vicino. Il risultato è un titolo d'animazione di qualità, buono per il pomeriggio di vacanza o per una serata con i bambini, che ne potrebbero restare conquistati.

Il comparto video è quanto di meglio ci si possa aspettare nel 2015. Un tribolante susseguirsi di colori, affascinante e mai stancante, si alterna a primi piani dei protagonisti sempre pronti a trasmettere emozioni con espressioni facciali (vedi gli occhioni di Tip) o cromatiche (Oh e la sua confusione emotiva a contatto con la bambina). L'audio è sempre all'altezza della situazione e ottimamente bilanciato. La regia impeccabile.
Meno appagante la sceneggiatura, che - dopo un avvio scoppiettante - avanza fra alti e bassi, per poi riprendersi solo nel finale, con la dolce ed inaspettata (si fa per dire) conclusione.

  

Conclusioni

Home - A Casa non è un film nuovo, un film da Oscar o un film memorabile. È un esperimento grafico, linguistico (forse mal riuscito) e ironico, che si lascia piacevolmente guardare. E mentre ai più grandi riuscirà a spillare qualche sonora risata, ai più piccoli regalerà due ore di sano divertimento, qualche insegnamento di vita e un po' di colore. :cool:

Voto: 7+
Perché la DreamWorks ci ha abituati meglio. ;)

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!
Nota: le immagini adoperate nell'articolo sono prese dalla rete, il Copyright copre pertanto unicamente il testo scritto.  

Altro in questa categoria:

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 69

Ieri 96

Questa Sett. 628

Questo Mese 2360

Da Sempre 371411

Vai all'inizio della pagina