Ti trovi qui:Portale/Lucia Sacchi

Lucia Sacchi

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Lunedì, 10 Dicembre 2012 12:08

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XLIV

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

'U Trafficu

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

"Oja ccu ‘a machina, ‘on si camina!” Commenta don Ignazio seduto sulla solita panchina di Piazza Prefettura accanto ai suoi soliti amici.
In effetti il traffico è intenso: le  macchine sono in fila, ferme, quando, all’improvviso, un clacson strombazza ripetutamente.
“E’chiddha machina gialla cchì sona!” Don Mimì attento come al solito, indica con la mano tesa ai due amici l’autore di tanto baccano.
In Piazza Prefettura tutti si girano come se il richiamo fosse indirizzato a ciascuno; persino il parroco dell’Immacolata, intento, dopo l’ultima messa, a chiudere il grande portone della chiesa, si gira. [...]       

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 
Lunedì, 03 Dicembre 2012 17:10

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XLIII

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

La gita a Soverato (5° parte) 

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Abbiamo lasciato la nostra donna Clotilde a Soverato. Dopo una cena non del tutto gradita con la cugina nel ristorante dell’albergo, la troviamo in camera. E’ nel panico assoluto: due blatte alate sono nella sua stanza, una delle quali sul suo letto. La nostra eroina, messa temporaneamente da parte finezza e bon ton, da sfogo al suo terrore con un urlo disumano. Una telefonata del portiere le viene in aiuto: è stato chiamato dal suo vicino di stanza allarmato da un terribile grido proveniente dalla sua stanza. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 
Lunedì, 19 Novembre 2012 09:47

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XLII

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

La gita a Soverato (4° parte) 

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)


Consolazione per tutti i disagi patiti, trovo la mia stanza confortevole e fornita di una vista incantevole, così, dopo una doccia ristoratrice, non resisto alla tentazione di godermi il panorama dal terrazzo della mia stanza.
Giù, la strada è uno brulichio di gente, luci e colori. Il mare poi, è incantevole: un panorama decisamente mozzafiato. Questa volta sono convinta che, malgrado la cugina Memè, riuscirò a rilassarmi e godere di questo incantevole posto anche se, in verità, un po’ difficile da raggiunge.
Ho una fame da lupo.
 [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 
Lunedì, 12 Novembre 2012 11:18

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XLI

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

La gita a Soverato (3° parte) 

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)


Dopo circa mezz’ora di fila nel traffico, riesco a fatica ad entrare a Soverato sud. 
Guardo Memè: è rossa in viso e si dimena. Confesso che adesso mi fa pena. Le chiedo dove pensa sia il caso di fermarsi per "l’evacuazione”: dopo tanti anni di assenza, trovo Soverato così cambiata da non riuscire più a orizzontarmi!
“Jiàmu diritti all’albergu!” mi risponde lei “…u prenotàvi ajèri!...si giri e ccà…” e mi fa segno con la mano destra “accurciàmu!!” poi aggiunge “... si potèri jìra cchiù e prescia poi, nun fussèra mala!” 
 [...]


Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 
Lunedì, 05 Novembre 2012 00:05

Donna Clotilde Racconta - Capitolo XL

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/lucia/donna-clotilde.jpg

La gita a Soverato (2° parte)   

Testo Originale (con dialoghi in Dialetto Calabrese)

Nella puntata precedente abbiamo lasciato donna Clotilde e la cugina Memè, in macchina, ingabbiate nel traffico, lungo la strada per Soverato.
Pare che le tribolazioni della nostra donna Clotilde non siano ancora finite.  

E’ qualche tempo che sono ferma nel traffico, ormai rassegnata, quando noto che il signore, fermo con l’auto alla mia sinistra, sta allungando insistentemente il collo nel disperato tentativo di esaminare il mio decoltè. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui... 
Pagina 1 di 9

Visitatori

Oggi 14

Ieri 156

Questa Sett. 741

Questo Mese 2236

Da Sempre 285699

Vai all'inizio della pagina