Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Archivio/Tutti gli Articoli

Beck e la musica che si ascolta suonandola

Vota questo articolo
(1 Voto)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/beck.jpg

Per chi ancora crede che il potere di cambiare le cose venga dall’alto e appartenga ad alcune persone deputate (in tutti i sensi) a far si che si possa generare, magari per legge, ecco un’altra storia che dimostra come, al contrario, quasi sempre ciò avviene spontaneamente e “dal basso”. Per cambiare quasi sempre occorre uscire dalla zona di comfort nella quale spesso amiamo rifugiarci. E cosa c’è di più rivoluzionario per un musicista che pubblicare il suo nuovo album solo in cartaceo?
Si chiama Beck, all’anagrafe Beck Hansen, è un musicista e cantante statunitense tra i principali esponenti del genere musicale “indie rock” ma, soprattutto, è un eretico nel suo campo, uno che è già entrato di diritto nella storia della musica nonostante non abbia alle spalle quelle grandi carriere che solitamente sono necessarie per riuscirci. E’ l’autore di un album, Song Reader, uscito nel 2012 che per la prima volta non viene pubblicato da una casa discografica ma da una casa editrice. Si, perché Mr Beck ha preferito lasciare che fosse il pubblico a suonare la musica... [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Tutti assolti, nessuno assolto

Vota questo articolo
(1 Voto)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/assolti.jpg

Dopo la sentenza del tribunale di Paola, che ha assolto proprietario e dirigenti dell’azienda Marlane di Praia a Mare dall’accusa di omicidio colposo, lesioni gravissime, omissione dolosa di cautele sul lavoro e disastro ambientale, si grida allo scandalo. Alcuni partiti politici, sindacati e associazioni ambientaliste si dichiarano sgomenti perchè la ricerca dell’ennesimo capro espiatorio non è andata a buon fine.
L’abitudine di noi calabresi è sempre la stessa, quella che da 150 anni a questa parte ci consente di recitare il ruolo di vittime, di ricercare le responsabilità sempre altrove, lontane da noi stessi. Se i proprietari fossero stati condannati molti altri sarebbero stati assolti e ciò che spaventa adesso e che manchi il capro espiatorio su cui riversare tutte le responsabilità di questa vicenda. Quando tutti sono assolti nessuno è assolto. [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Il grande spettacolo della paura

Vota questo articolo
(2 Voti)

Scritto da Giuliano Buselli

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/paura.jpg

La storia del terrorismo in questi ultimi decenni è inconfutabilmente legata alla politica, dalle Brigate Rosse a ISIS le istituzioni statuali e i suoi centri di “intelligence” hanno utilizzato, plasmato, fomentato il fenomeno; dalle primitive tecniche di infiltrazione siamo ormai passati a forme molto sofisticate: servizi segreti e team di esperti studiano con metodo scientifico il fenomeno e i suoi protagonisti (compresa la dimensione psichica e culturale), si conoscono cosi’ dettagliatamente movimenti e intenzioni dei terroristi e, quando serve, si “lascia” che gli eventi temuti accadano.
Alla shock economy corrisponde una shock politics. Politica e terrorismo hanno bisogno uno dell’altro e, di fatto, conducono un gioco comune, seminare paura e terrore, ai fini della propria reciproca sopravvivenza... [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Parigi val bene una marcia

Vota questo articolo
(2 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/parigi.jpg

Il 27 ottobre del 2005 Muhittin, un diciassettenne originario del Kurdistan, insieme con i suoi due migliori amici, Bouna di quindici anni e Zyaed di diciassette, per sfuggire ad un controllo della polizia francese si nascose in una centrale elettrica. Solo lui riuscì ad uscire vivo da quella centrale, i suoi due amici morirono folgorati. Mentre Muhittin era in ospedale, per venticinque notti, i giovani delle banlieues misero a ferro e fuoco Clichy-Sous-Bois, una zona periferica di Parigi. Fu quell’episodio a scatenare quella che passerà alla storia come la rivolta delle banlieues."

"Clichy-Sous-Bois è a soli 15 km da Parigi ma è come atterrare su un altro pianeta. Qui due persone su tre sono di origine straniera e una su tre è disoccupata … Muhittin abita in uno dei tanti alveari che rendono famose le periferie. Sessanta metri quadri, sette persone: i genitori venuti dal Kurdistan, Muhittin, le tre sorelle e il fratellino … Viviamo come in un ghetto … [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Gli hHead, gruppo valido ma sfortunato

Vota questo articolo
(1 Voto)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/hhead/hhead.jpg

Nelle intenzioni originarie, l'articolo di oggi doveva parlare di tutt'altro. Tuttavia, aver riscoperto un album che non sentivo da vent'anni  ha provocato in me un effetto nostalgia, così forte che non ho saputo resistere. 
L'album in questione è Jerk, del gruppo hHEad (che come mi ha suggerito Valentina, potrebbe pronunciarsi  in head), probabilmente sconosciuto alla maggior parte del pubblico italiano. 
Correvano i primi anni '90, e la scena musicale americana era dominata dai gruppi grunge che, dopo la sbornia di musica elettronica tipica degli anni '80, avevano riportato in auge un tipo di rock grezzo, fatto di chitarra, basso, batteria e voce rigorosamente ruvida. Gli hHead di Noah Mintz e Brendan Canning (più una serie di batteristi diversi ogni volta), pur venendo dal Canada, facevano parte di questo movimento, ma purtroppo si sono trovati relegati ai margini. Attivi dal 1991 al 1997, gli Head hanno prodotto tre album, ovvero Fireman nel 1992, Jerk nel 1994 e Ozzy nel 1996. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...   

Non firmate: i nuovi usi del social bombing

Vota questo articolo
(1 Voto)

Scritto da Giuliano Buselli

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2015/usi.jpg

Lo chiamano socialbombing, ma lo usano ormai anche i padroni delle multinazionali. Così, Firmiamo.it, sta facendo circolare un appello a firmare una petizione per chiedere al governo americano di rendere obbligatorie le vaccinazioni in tutti gli stati della confederazione e lo chiede nel modo più subdolo.
Vuoi andare in vacanza in California? Ti chiede. Allora ti informiamo che c’è una epidemia di morbillo e che il governo americano sta pensando di vietare ai turisti l’accesso alla California per non espandere il contagio. Se invece il governo accoglie il nostro appello, allora il pericolo è scampato, potrai visitare la California.
Nessun dato oggettivo, ovviamente, sull’aumento dei casi e nessuna attestazione del proposito attribuito al governo. [...]

Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Pagina 12 di 151

Visitatori

Oggi 37

Ieri 80

Questa Sett. 185

Questo Mese 1447

Da Sempre 433249

Vai all'inizio della pagina