Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Pirateria: Chiudono Fileserve e Filesonic!


Pirateria: Chiudono Fileserve e Filesonic!

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/chiude-filesonic/t/t_chiude-filesonic-1.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/chiude-filesonic/t/t_chiude-filesonic-2.jpg

Dopo la notizia, pubblicata un paio di giorni fa (potete trovarla qui...), della chiusura da parte dell'FBI dei due siti Megaupload.com e Megavideo.com, il mondo informatico è sotto shock: ora tocca ai colossi Filesonic e Fileserve che, dopo due giorni di attesa, chiudono i battenti in faccia al file sharing diventando unicamente storage online (si può cioè continuare ad inserire materiale, ma questo può essere scaricato unicamente dal soggetto titolare dell'account che ha inserito il file sul server).

Recandosi sulle homepage di entrambi i siti, si può trovare un annuncio che descrive la situazione: si tratta quindi di una auto-chiusura e non di un intervento delle forse dell'ordine. Pare inoltre che molti account - appartenenti a “uploaders” piuttosto recidivi nel condividere materiale coperto da copyright - siano stati completamente eliminati. Infine non verrà più erogato nessun pagamento agli utenti, che venivano retribuiti in base al traffico che generavano i file da loro caricati.

Certo, non tutto è perduto. Al di là degli innumerevoli altri siti che consentono il file sharing, ci sono altre cose da considerare: da una parte si potrebbe giocare con le legislazioni internazionali (ad es. Il sito Uploaded.to ha detto addio agli Stati Uniti e sta lavorando per spostare la base operativa da cui proporre i servizi aHong Kong, eludendo quindi un qualsiasi intervento da parte delle forze dell'ordine americane); dall'altra c'è da dire che voci di corridoio danno megaupload presto nuovamente online... di cosa stiamo parlando? Naturalmente di Anonymous. :oops:
Il famoso gruppo di hacker, che negli ultimi giorni ha messo a soqquadro moltissimi siti governativi americani (leggete qui...), ha fatto sapere tramite i social network che presto i due siti torneranno online sotto un diverso dominio... ecco le immagini apparse in rete:

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/chiude-filesonic/t/t_chiude-filesonic-3.jpg http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/marco/chiude-filesonic/t/t_chiude-filesonic-4.jpg

Il nuovo nome del sito sarà quindi megavideo.bz (ricordiamo che il dominio ".bz" è legato a cuba, Belize precisamente ossia piccola città "dell'avana".), ed a questo pare che sia associato il seguente indirizzo ip: http://109.236.83.66/. Tutto questo senza contare che in rete esistono già diversi siti (quando il gruppo Anonymous si muove lo fa per bene... :pfiu ) che ricalcano megaupload come grafica (e più in là probabilmente come contenuti :pfiu )... un esempio? Date uno sguardo qui... :pfiu

Venendo ora a fare il punto della situazione, possiamo così riassumere la situazione dei server che per ora hanno chiuso o cambiato "qualcosa"... :roll:

  • Megaupload, Megavideo e Megaporn: sono stati chiusi dall’FBI. Arrestati l'admin e i suoi collaboratori;

  • Wupload: ha ridimensionato lo sharing, non permettendo più di scaricare numerosi file protetti e appositamente eliminati);

  • Fileserve: è diventato un semplice servizio di storage online e sono stati eliminati tantissimi contenuti (praticamente quasi tutti..);

  • Filesonic: è diventato un servizio di storage online, sono stati cancellati tantissimi contenuti, sono stati bloccati i pagamenti agli uploaders;

  • VideoBB: nato tempo fa come alternativa a Megavideo, il sito ha cancellato tantissimi GB di contenuti.

  • Uploaded.to: è in fase di “stallo”. Gli admin ed i responsabili del sito stanno pensando di trasferire i server dagli USA alla Cina


Per chi tifare vi starete chiedendo. Bene, noi dello Staff tifiamo per Anonymous e non abbiamo paura di ammetterlo. La pirateria è reato, il favoreggiamento alla pirateria è reato, ma la Libertà e il diritto alla Privacy sono diritti inviolabili di ogni individuo.
Noi, come altri, non discutiamo la guerra alla pirateria, ma le modalità con cui questa sta venendo attuata da chi dovrebbe difendere i diritti degli uomini e che invece pare intenzionata a difendere solo quelli delle grandi multinazionali.
L'FBI si sveglia una mattina ed inizia a sequestrare computer, oscurare siti e quant'altro, senza che i titolari di queste strutture informatiche siano stati sottoposti a giusto processo e senza condanne da parte dall'autorità giudiziaria (siamo davanti ad una situazione paradossale, dove la sentenza di colpevolezza arriva senza processo e senza possibilità di difesa), dove sta la civiltà in tutto questo? :oops:

Sappiamo tutti cosa contenevano questi siti, ma sappiamo tutti che c'erano anche moltissimi utenti che adoperavano questi spazi per scopi assolutamente leciti.
Come si fa a spiegare ad uno studente che conservava nel suo spazio documenti personali (ad es. la tesi di laurea su cui stava lavorando, foto private...), che adesso non può più accedervi? Come si fa a spiegare allo stesso ragazzo che adesso tutti i suoi dati sono analizzati e guardati da addetti dell'FBI che si stanno facendo i fatti suoi senza che un giudice, all'interno di un processo, abbia autorizzato tutto questo? Come si fa a spiegare alle migliaia di persone che rischiano di subire un danno da questa manovra, che non hanno alcuna possibilità di difendere i propri diritti (ed interessi)? :confused

Esistono modi e modi per fare le cose: si poteva ad esempio dare a Megaupload un mese di tempo per entrare nella liceità (in fondo dopo tanti anni che volete che sia un mese? :roll: ), costringendo gli amministratori a controlli più rigidi; si poteva multare in maniera molto salata gli utenti con i più alti dati di sharing (se riconosciuti colpevoli.. d'altronde, sanno esattamente chi sono); si potevano avvisare gli utenti che sarebbero stati controllati tutti gli account periodicamente, rendendo di fatto la legge sulla Privacy non operante nei servizi di storage online che permettono lo sharing libero di file...etc.
Tutto questo non è stato fatto ed ora la stessa legalità è a rischio. Operazioni di questo tipo sono tipiche di uno Stato di Polizia che oramai ha perso il contatto con le persone e con la realtà.
Che senso hanno queste manovre così clamorose quando per anni si è rimasti fermi a guardare? Non si poteva intervenire prima e colpire nei posti giusti? Non si potevano fare leggi ad Hoc? Non si poteva rispettare le semplici procedure legali ed attendere la sentenza di un giudice (in America la giustizia è più veloce della nostra quando si occupa di casi di interesse nazionale)?

Con queste e tante altre domande chiudo questo articolo, nella speranza che le notizie di questi giorni portino comunque a qualcosa di buono. :sparem
Vi terremo naturalmente aggiornati sugli sviluppi della situazione. ;)

 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 8

Ieri 92

Questa Sett. 8

Questo Mese 2164

Da Sempre 368076

Vai all'inizio della pagina