Un po' di tutto

Sotto-Categorie

Vota questo articolo
(3 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/gianvy/festa-donne/2.jpg

Intendiamoci, non è avvilente in sè, assistere ad uno spettacolo di spogliarellisti; ognuno è libero di assecondare le proprie voglie nel modo che aggrada, ma, ignorare la storia questo sì: è avvilente e non poco! Nell'ordine, vi sono due categorie che insorgono l'8 marzo: la prima, è quella degli "storici"; si limita a rammentare le origini della "Festa della donna" narrando le gesta delle eroine e ripercorrendo le tappe principali, lasciando ad ogni buon conto spunti di riflessione; la seconda categoria -più sfrontata- ironizza in modo piccato sul libertinaggio che in questa giornata è divenuto via via consuetudine. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

Foxboro Hot Tubs, ritorno al garage rock

Vota questo articolo
(2 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/fox/fox.jpg

Nel 2007, su MySpace comincia a imperversare un gruppo nuovo, che però sembra venire direttamente dagli anni '60. Si tratta dei Foxboro Hot Tubs che, capitanati da Reverend Strychnine (un nome che è tutto un programma), prima mettono alcuni pezzi in download gratuito sulla loro pagina Myspace e poi, nel maggio 2008, pubblicano il cd in formato fisico, piazzandosi al 21° posto nelle classifica americana. Non male per degli esordienti assoluti... no? Nonostante le sonorità garage rock, figlie di gruppi come Electric Prunes, 13th floor elevators, Shadows of the night e Flaming Groovies, qualcuno inizia a sospettare che dietro ai Foxboro ci sia più di quello che vogliono far vedere. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

Britpop, nascita e morte di un genere musicale

Vota questo articolo
(4 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/brit/brit.jpg

Qualche giorno fa, mentre facevo un giro nel reparto cd di una nota catena di elettronica, mi sono imbattuto nelle versioni rimasterizzate dei primi album degli Oasis, “Definitely Maybe” e “(What's the story) morning glory?” Oltre a tracce aggiuntive, i cd contenevano booklet con foto, interviste e altre chicche del genere. Operazione commerciale, presumibilmente scaturita come celebrazione per   
i vent'anni dall'esordio, nonostante il gruppo sia sciolto ormai da diversi anni. Ad ogni modo, questa scoperta mi ha fatto ripensare agli anni del “brit pop”,  a chiedermi cosa fosse esattamente, e perché abbia rivestito tutta questa importanza. 
Cercando un po' nel web, ho visto che c'è chi colloca la nascita del movimento addirittura a fine anni '80, inserendo nella lista decine e decine di gruppi, alcuni dei quali veramente agli antipodi con quel tipo di musica, come i Manic Street Preachers, i Radiohead o le Elastica. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

Vota questo articolo
(2 Voti)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/order/wolfenstein.jpg

Correva l'anno 1992, e a livello videoludico accadde qualcosa che aveva il sapore della rivoluzione. 
Fino a quel momento, l'attività preferita dai videogiocatori era saltare addosso ai nemici e raccogliere monete o, al massimo, menare cazzotti ai vari Final Fight o Street Fighter. C'erano anche gli sparatutto, certo, ma nessuno riusciva a comunicare realmente una sensazione di violenza, di cattiveria. Era il 1992, dicevamo, e i ragazzi di allora si trovarono a fare i conti con Wolfenstein 3D, considerato il primo sparatutto in soggettiva (FPS). Azione frenetica, sangue a fiumi, nazisti da combattere, svastiche sparse ovunque (causa di infinite polemiche e censure), e soprattutto una visuale in prima persona che portò a una immedesimazione senza precedenti. 
Tralasciando i numerosi “figli” legittimi (Doom e Quake) e non (lista potenzialmente infinita), validi e meno validi, facciamo un salto fino al 2014 inoltrato. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...  

Gli hHead, gruppo valido ma sfortunato

Vota questo articolo
(1 Voto)

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/solenero/hhead/hhead.jpg

Nelle intenzioni originarie, l'articolo di oggi doveva parlare di tutt'altro. Tuttavia, aver riscoperto un album che non sentivo da vent'anni  ha provocato in me un effetto nostalgia, così forte che non ho saputo resistere. 
L'album in questione è Jerk, del gruppo hHEad (che come mi ha suggerito Valentina, potrebbe pronunciarsi  in head), probabilmente sconosciuto alla maggior parte del pubblico italiano. 
Correvano i primi anni '90, e la scena musicale americana era dominata dai gruppi grunge che, dopo la sbornia di musica elettronica tipica degli anni '80, avevano riportato in auge un tipo di rock grezzo, fatto di chitarra, basso, batteria e voce rigorosamente ruvida. Gli hHead di Noah Mintz e Brendan Canning (più una serie di batteristi diversi ogni volta), pur venendo dal Canada, facevano parte di questo movimento, ma purtroppo si sono trovati relegati ai margini. Attivi dal 1991 al 1997, gli Head hanno prodotto tre album, ovvero Fireman nel 1992, Jerk nel 1994 e Ozzy nel 1996. [...]

Per leggere l'intero articolo o commentare, potete adoperare il nostro forum andando qui...   

Pagina 3 di 23

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 21

Ieri 133

Questa Sett. 250

Questo Mese 2911

Da Sempre 365447

Vai all'inizio della pagina