Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Ereticamente.it/I miei 5 cents.


I miei 5 cents.

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/2/cinque-cents.jpg

Ho lanciato la pietra e non nasconderò la mano.
Ecco, quindi, le mie cinque proposte per iniziare un cammino di rinnovamento della mia terra natia, la Calabria.
Solo una breve premessa sul senso che guida queste proposte.
Si tratta di piccole cose, di passi minimi, non di rivoluzioni o di massimi sistemi. Nulla, a mio giudizio, è più potente del battito d’ali di una farfalla per generare un tornado. Così, saranno le piccole cose a mettere in moto il sistema verso un modello sociale virtuoso e capace di autobilanciarsi.
Ad ogni buon conto, queste sono le mie:
1) Software libero nella scuola e nella pubblica amministrazione.
La libertà di informazione ed informatica è il grande passo verso la trasparenza, il buon andamento e la democrazia dell’apparato pubblico. Insegnare ai giovani il valore della libertà personale attraverso l’indipendenza informatica li renderà più capaci e consapevoli, meno succubi, meno “consumatori” e più utenti.
2) Insegnamento di ecologia nelle scuole.
Piantare un albero e comprendere le delicate connessioni che stanno alla base di ciò che chiamiamo “vita”, insegna maggior rispetto di sé e dell’altro di mille prediche.
3) Il turismo delle idee e delle persone.
Non sono le strutture a fare il turismo, sono gli uomini. C’è chi affronta mille disagi per attraversare un deserto in groppa ad un cammello. Non sono i mega-residence o gli alberghi a fare il turismo, ma la capacità dei luoghi di conservare la magia e la capacità degli uomini di preservarla. Tre sono i passi da affrontare: 1) formazione di una classe di operatori turistici che sappiano raccontare il territorio; 2) riqualificazione dei borghi nei piccoli centri, anche attraverso le nuove tecnologie; 3) basta cemento sulle rive del mare.
4) Polo tecnologico calabrese.
Stranamente, le condizioni di assoluta o quasi assoluta assenza di ricerca rappresentano un vantaggio. Occorre creare le condizioni di contatto tra impresa ed università per realizzare una piattaforma di ricerca e sviluppo sulle tecnologie con una forte impronta sul software libero e open source.
5) Mappatura del rischio sismico ed idrogeologico.
Questo è solo il primo passo, ma è un passo indispensabile. Non possiamo pensare di riparare i torti che abbiamo reso a questo territorio stuprato e violentato senza prima renderci conto del danno che abbiamo cagionato.
Ecco le mie cinque proposte. Belle o brutte che siano, lascio a voi giudicare.
Ma, soprattutto, attendo altre proposte per iniziare a confrontarle e confrontarsi. In attesa che saremo in grado di sistemare il sito per accogliere le proposte ed aprire il contest, potete inviare le vostre attraverso la pagina contatti sul sito (www.ereticamente.it), o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Sono vivamente preferiti documenti in formato libero oppure in pdf.
Diamo inizio alle danze…

Nuccio Cantelmi
Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 59

Ieri 92

Questa Sett. 59

Questo Mese 2215

Da Sempre 368127

Vai all'inizio della pagina