Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Ereticamente.it/L’eretico Bergoglio


L’eretico Bergoglio

http://www.omnicomprensivo.it/forum/articoli/ereticamente/1/eretico-bergoglio.jpg
 
C’è un uomo che sta facendo parlare di sè nel mondo perché spiazza puntualmente tutti con i suoi gesti e le sue parole. Veste di bianco ma questo è solo un dettaglio. Lo chiamano Papa ma in realtà è solo un uomo, un grande uomo, un vero uomo, si chiama Jorge Mario Bergoglio e sta dimostrando agli altri uomini che cos’è un uomo, semplicemente, attraverso l’esempio.
La comunicazione non verbale è molto più eloquente di tante parole e lui lo sa. Ecco perchè la quantità di gesti e di azioni che compie è inversamente proporzionale alla quantità di parole che pronuncia. L’uomo Bergoglio è una forza della natura. Non cammina sollevato da terra come molti suoi predecessori, ma ha i piedi ben piantati a terra, a volte zoppica, si trascina, quasi a simboleggiare la fatica del traghettatore. Quell’abito bianco non gli si addice, gli sta stretto, lo rende goffo, meno uomo. Sembra un uomo travestito da Papa, quasi un impostore. Le braccia sono protese in avanti pronte ad accogliere e abbracciare l’altro non, come invece faceva il suo predecessore, per tenerlo a debita distanza.
Invece di prescrivere agli altri la ricetta del buon cristiano ha deciso di cominciare da se stesso, dalla sua chiesa, cominciando a fare pulizia al suo interno, a dare l’esempio. Prima di accogliere gli ospiti prepara le stanze, rassetta, fa le pulizie, come ogni buon padrone di casa che si rispetti.
Non ama il protocollo, sa che la sostanza è molto più importante della forma, va al di là del ruolo. E’ l’uomo giusto nell’epoca giusta, un’epoca in cui l’uomo ha smarrito il senso di sè percorrendo la strada che conduce al denaro, un’epoca che non aveva bisogno di un altro Papa ma di un uomo che potesse parlare agli altri uomini a prescindere dal credo.
Il suo straordinario comportamento è devastante, procede ad un ritmo (veloce) adeguato all’epoca in cui viviamo, dopo di lui i papi non potranno più tornare ad essere quelli stereotipati di un tempo. L’uomo Bergoglio ci sta insegnando che per cambiare il mondo occorre dare segni di discontinuità, attraverso nuovi e buoni esempi, che ognuno deve cominciare da se stesso, che non è più tempo di attendere che siano gli altri a cambiare prima di noi e per noi. Insomma, una lapalissiana eresia.

Massimiliano Capalbo
Fonte: Questo lavoro è tratto interamente dal sito www.ereticamente.it 

Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 126

Ieri 136

Questa Sett. 126

Questo Mese 2681

Da Sempre 303956

Vai all'inizio della pagina