Ti trovi qui:Portale/Sezioni/Un po' di tutto/Corsa per neofiti


Corsa per neofiti

http://omnicomprensivo.it/forum/articoli/gianvy/Corsa_neofiti/t/t_Corsa_neofiti_1.jpg

Per il corridore su strada è importante riuscire a correre con una spesa energetica il più possibile bassa a una certa velocità, quella che del tutto verosimilmente si terrà in gara. Tale principio deve appartenere anche ai podisti neofiti o più semplicemente chi corre per "tenersi in forma". Continui allunghi e andature non regolari falsano un buon allenamento. Per centrare l'obiettivo di una costante andatura (definita col termine di "falcata") ci si deve concentrare sulle spalle (devono essere basse e sciolte) sul viso (la mandibola e le guance devono essere "molli") e sull'appoggio (si deve curare che l'impatto con il terreno sia il più morbido possibile). Anche su strada, ovviamente, si può cercare di avere una corsa il più possibile decontratta, ma quì il rilassamento può facilmente portare - senza che ci si renda conto - a un rallentamento dell'andatura. E' dunque preferibile avere modo di controllare sempre i tempi impiegati sui vari tratti: l'obiettivo deve essere quello di riuscire ad avere una corsa il più possibile rilassata pur mantenendo l'andatura ideale.

http://omnicomprensivo.it/forum/articoli/gianvy/Corsa_neofiti/t/t_Corsa_neofiti_2.jpg

Senza aver acquisito una buona meccanica di corsa è fuori luogo pianificare un allenamento su lunghe distanze. Apprestiamoci dunque ad assorbire l'autonomia per la prima mezz'ora, è un ottimo punto di partenza  :ok 
Capire come nutrirsi. Quasi tutte le riviste specialistiche pubblicano sistematicamente articoli sui pro e i contro del consumo di un alimento, uno specifico. Verdura, frutta, carboidrati, frutta secca, zuccheri, miele... e l'elenco va avanti all'infinito. E' facile leggere, nello stesso mese, di studi diversi e risultanze contrapposte. Esempio: risulta che il consumo di carne può provocare il cancro, l'aumento del colesterolo e scatenare allergie. Nello stesso momento, un altro studio conferma che il nostro apparato digerente è in grado di assimilare solo proteine di origine animale, pertanto dobbiamo abbondare col consumo di carne. Ma solo quella di animali che pascolano all'aperto. Negli Stati Uniti, in questo stesso momento, ci sono due diete in voga contemporaneamente e in direzioni opposte: la Vegana e la Paleolitica. L'unica cosa che hanno in comune è che entrambe evitano il latte vaccino e abbondano in frutta e verdura. Altrimenti una dice sì alla carne e al pesce e no ai legumi. I vegani inorridiscono al pensiero e aprono siti per runner che vogliono correre nutrendosi esclusivamente di proteine vegetali. Io sono arrivato alla conclusione che nessuno ha trovato la dieta perfetta per tutti. Decidete voi quale, sperimentando piatti nuovi o snobbati in passato, e vedendo come reagisce il vostro organismo ai vari alimenti. Io ho provato la dieta "dissociata" e mi sono trovato molto bene. Giusto apporto energetico dilazionato nell'arco della giornata: ampia colazione,carboidrati a pranzo con pasta a volontà e frutta, merenda con crostate e succhi di frutta, cena a base di zuppe di legumi o carne o pesce e verdure a cena. Combinate gli alimenti compatibili tra loro (specie per la cena-no a latticini e carni assieme) e vedrete che alla fine, la dieta perfetta sarà la vostra. ;)

http://omnicomprensivo.it/forum/articoli/gianvy/Corsa_neofiti/t/t_Corsa_neofiti_3.jpg

Sentire la propria intensità di lavoro. Una delle abilità più difficili da imparare, indifferentemente dall'esperienza che un atleta ha acquisito, è come percepire la propria velocità. Negli ultimi anni, con l'uso dei gadget per misurare le distanze (gps, i-pod per le scarpe...) siamo diventati sempre più insensibili e incapaci di interpretare i nostri segnali interni. Il rischio è che molti di voi, non avendo un partner per la corsa e pensando di annoiarsi a morte da soli, imbottiscano il lettore mp3, i-pod, di musiche esaltanti (musiche di Rocky o megalomanie varie....). Queste musiche fomentano l'adrenalina e spingono ad andare sempre più forte salvo poi arrestare di colpo la nostra corsa o rischiare spasmi cardiaci (forse esagererò ma la vedo così). :sbav :sbav 
Quando qualcuno,alle prime armi,pensa alla corsa,la velocità che immaginano è quella massima: lo sprint. :nono: 
La corsa, invece, può essere modulare e graduata a diverse intensità: da quella lenta a moderata, da moderata(media) a veloce,con infinite sfumature al proprio interno.
Ognuno ha la propria gamma di velocità che varia enormemente da una persona all'altra. La mia corsa lenta è diversa dalla vostra corsa lenta. Non importa quanto sia "veloce" la vostra corsa lenta,anche perchè di certo cambierà nel tempo. La cosa importante è che ognuno impari a sentire la velocità e a utilizzarle come le marce di una macchina. Sentirle senza satelliti e senza orologio (cardiofrequenzimetro intendo, tenete però sempre il tempo ;)) Solo con il cuore, col respiro e col proprio passo. :smile2 
Nel prossimo appuntamento cercherò di creare una simpatica playlist contenente dei brani musicali "adagio" per chi proprio non volesse fare a meno del suo i-pod durante gli allenamenti. :pfiu Le canzoni avranno un ritmo via via in progressione. I gusti musicali magari non soddisferanno tutti, ma almeno il vostro cuore vi sarà lieto.  

Alla prossima amici sportivi e state in forma! :ok



Per discutere dell'argomento, potete adoperare il nostro forum andando qui...

Copyright © www.omnicomprensivo.it. Vietata la copia!

Trafiletti e Curiosità

Error: No articles to display

Visitatori

Oggi 69

Ieri 309

Questa Sett. 893

Questo Mese 5050

Da Sempre 383989

Vai all'inizio della pagina